168

E se fosse Gonzalo Higuain il sacrificato sull'altare del bilancio e del calciomercato? Questo uno dei pensieri su cui si sta ragionando in casa Juve. Sono almeno tre i giocatori da rimpiazzare in rosa che non porteranno introiti (Buffon, Lichtsteiner, Asamoah) e altri potrebbero non aiutare troppo le casse (come Marchisio o Mandzukic se effettivamente dovessero lasciare la base). Così almeno un big (o due, forse tre) dovrà lasciare la Juve. Detto che il primo della lista rimane Alex Sandro (testa a testa Psg-Manchester United in vista) e che bisognerà capire fino a dove il Psg sia pronto a spingersi per Miralem Pjanic con Mateo Kovacic in pole position tra gli eventuali eredi del bosniaco, ecco che è dall'attacco che potrebbero arrivare i fondi principali per una campagna acquisti che si annuncia in ogni caso di primo piano. E se per Paulo Dybala non c'è fretta guardando a potenziale e carta d'identità, senza dimenticare le parole di ieri con cui Marotta ha tolto sostanzialmente la Joya dal mercato nonostante i rumors provenienti da mezza Europa, ecco che per il Pipita questa potrebbe essere l'ultima sessione per rientrare di buona parte dell'investimento effettuato due estati fa.

 

LA SITUAZIONE – 90 milioni già pagati interamente, la seconda e ultima rata è stata versata quasi un anno fa. Cui aggiungere l'ingaggio più alto in assoluto della società bianconera. In cambio sono arrivati tanti gol, alcuni decisivi. Ma anche un rendimento a intermittenza: Higuain è stato determinante e un autentico leader per alcuni periodi, pagando poi dei cali di forma prolungati. Sia la prima stagione che quella in corso. E avvicinandosi verso i 31 anni, il momento giusto per poter decidere eventualmente di rientrare della spesa provando a cambiare gli equilibri della rosa, potrebbe essere proprio questo. Senza che la panchina della finale di Coppa Italia centri qualcosa con questa riflessione. Anche perché pure su di lui sono giunti i sondaggi del Psg pigliatutto, così come con sempre maggiore insistenza arrivano voci che vorrebbero il Chelsea sul Pipita soprattutto se dovesse essere Maurizio Sarri l'erede di Antonio Conte ma non soltanto in quell'occasione. La Juve non ha messo in vendita Higuain, ma Higuain non è uno degli incedibili di questa Juve. Ammesso che ce ne siano.

@NicolaBalice