8
Passano agli archivi anche la settima, giocata nel turno infrasettimanale, e l'ottava giornata del campionato di Serie C; sono diversi gli spunti offerti dai tanti match giocati, su tutti la caduta del Monopoli, piegato dal Catania di Lucarelli e poi fermato sull'1-1 dal Siracusa. Da continuare a monitorare anche la situazione del Modena che, per via dei problemi legati allo stadio Braglia, rimasto chiuso anche in occasione della sfida prevista con l'Albinoleffe, mette a referto la seconda sconfitta a tavolino. Si risolleva, invece, da una situazione estremamente complicata l'Alessandria, che trova la prima vittoria stagionale, nella sfida contro il Prato, grazie a un rigore trasformato a tempo scaduto da Marconi. 

GIRONE A - Il programma dell'ottava giornata sembrava sorridere al Livorno capolista che, nel giorno della sfida di vertice tra Robur Siena e Olbia, ha affrontato la trasferta di Arezzo; gli amaranto, però, non sono riusciti ad andare oltre l'1-1 e sono stati superati proprio dal Siena, che ha strappato i tre punti in casa dell'Olbia e si è preso la vetta della classifica. Cade, a sorpresa, anche la Viterbese, sconfitta tra le mura amiche dal Monza; si ferma anche il Pisa, reduce da quattro vittorie consecutive, che non va oltre l'1-1 con la Lucchese e resta a meno tre dalla testa del campionato. 

FINALMENTE ALESSANDRIA - È arrivato, dopo sette giornate, anche il primo successo dell'Alessandria, che si rilancia in campionato e sale a quota 7 in classifica. Ancora una partita complicata per i piemontesi che vincono di rigore sul Prato, ma dimostrano di avere grandissime difficoltà nello sviluppare il gioco e, soprattutto, nel trovare il gol. Sono solo quattro, infatti, le reti stagionali per gli uomini di Stellini, contestati, nonostante i tre punti, dai tifosi casa, ancora insoddisfatti per il rendimento della squadra decisamente non all'altezza delle aspettative.

Risultati: Alessandria-Prato 1-0, Gavorrano-Arzachena 1-4, Giana Erminio-Pistoiese 3-0, Livorno-Arezzo 1-1, Lucchese-Pisa 1-1, Olbia-Robur Siena 1-2, Pontedera-Piacenza 3-0, Pro Piacenza-Cuneo 1-1, Viterbese-Monza 0-1. Riposo: Carrarese.

Classifica: Robur Siena 18 punti; Livorno 17; Pisa e Viterbese 15; Olbia 14; Piacenza 13; Carrarese, Monza e Arzachena 12; Lucchese 11; Arezzo 10; Cuneo e Pistoiese 9;  Giana Erminio 8; Alessandria 7; Pro Piacenza 6; Prato e Pontedera 5; Gavorrano 0.

GIRONE B - A guidare le danze sono Pordenone e Sambenedettese, appaiate e 18 punti in vetta alla classifica. Gli uomini di Colucci hanno avuto la meglio, di rimonta, su un ottimo Ravenna, che dimostra di essere uscito dalla crisi e di potersi giocare le sue carte nella lotta per la salvezza. Sono 18 i punti anche della Sambenedettese, che archivia con relativa scioltezza la pratica Santarcangelo e si rilancia prepotentemente nella corsa alla Serie B. Battuta d'arresto a sorpresa, invece, per il Bassano, che non riesce ad avere la meglio su un Teramo ostinato e capace di trovare il gol del pareggio al 96'.

HORROR MODENA - Un capitolo a parte, come spesso è successo in questa prima parte di campionato, lo merita il Modena che metto a referto la seconda sconfitta a tavolino. Gli emiliani, sfrattati dal Braglia due settimane fa, hanno visto restare chiusi, ancora una volta, i cancelli dello stadio comunale. 3-0 a tavolino, dunque, due punti di penalizzazione e radiazione ormai ad un passo: se i canarini rimedieranno altre due sconfitte a tavolino, infatti, verranno esclusi dalla competizione. Questa settimana i tifosi non hanno dato vita ad una contestazione pittoresca come quella di due settimane fa, quando hanno inscenato il funerale del club, ma si sono limitati ad esporre uno striscione contro il nuovo presidente del club, Taddeo, succeduto al dimissionario Caliendo. 

Risultati: Bassano-Teramo 1-1, Fano-Renate 2-2, Feralpisalò-Mestre 0-0, Modena-Albinoleffe non disputata (sarà 0-3 a tavolino e un punto di penalità al Modena), Padova-Sudtirol 3-1, Pordenone-Ravenna 2-1, Sambenedettese-Santarcangelo 3-1, Reggiana-Vicenza , Triestina-Fermana (lunedì 9 ore 20.45). Riposava: Gubbio.

Classifica: Sambenedettese e Pordenone 18 punti; Bassano 17; Padova e Renate 16; Vicenza 14; Mestre 12; Fermana 11; Albinoleffe e Feralpisalò 10; Ravenna 9; Sudtirol 8; Teramo 7; Triestina 6; Gubbio e Reggiana 5; Fano e Santarcangelo 4; Modena(-2) -2.

GIRONE C - Subisce una brusca frenata il campionato del Monopoli, che era stato la vera e propria sorpresa di questo avvio di stagione; i pugliesi, che appena sette anni fa giocavano il campionato di Terza categoria, hanno tenuto la testa della classifica fino allo scontro con il Catania di Lucarelli, che ha avuto la meglio sugli uomini di Tangorra. Monopoli che, reduce anche dal pareggio interno col Siracusa, vede allontanarsi sempre di più la vetta della classifica, ora distante quattro punti. Prosegue l'ottimo momento del Catania che, nonostante il turno di riposo, resta ben saldo al secondo posto a tre lunghezze dal Lecce capolista. È fatale a Erra, invece, il derby calabrese tra il Rende e il suo (ex) Catanzaro; la dirigenza, dopo l'ennesimo ko stagionale, ha deciso di esonerare l'allenatore e affidare la panchina a Davide Dionigi. 

LIVERANI DA SBALLO - Il vero protagonista del Girone C, però, è il Lecce di Fabio Liverani che sbanca anche lo stadio della Juve Stabia con un pirotecnico 3-2. I giallorossi mettono quindi a referto la quinta vittoria consecutiva e si consolidano al primo posto del Girone con 19 punti. Promosso a pieni voti, quindi, Fabio Liverani, con il quale i leccesi hanno sempre e solo vinto mettendo a segno quasi tre gol di media a partita. Ottimi risultati e gioco spumeggiante per il Lecce che si candida sempre di più ad un ruolo da protagonista nel Girone C. Anche e soprattutto grazie al lavoro di Liverani.

Risultati: Akragas-Bisceglie 2-2, Cosenza-Casertana 0-3, Fidelis Andria-Paganese 0-0, Juve Stabia-Lecce 2-3, Matera-Racing Fondi 1-0, Rende-Catanzaro 2-1, Trapani-Reggina 3-0, Virtus Francavilla-Sicula Leonzio 2-1, Monopoli-Siracusa 1-1. Riposava: Catania.

Classifica: Lecce 19 punti; Catania 16; Monopoli 15; Siracusa, Virtus Francavilla e Trapani 14; Matera(-1) 13; Bisceglie 11; Catanzaro* e Rende 10; Reggina 9; Akragas e Juve Stabia 8; Casertana 7; Fidelis Andria e Paganese 6; Cosenza e Sicula Leonzio* 5; Racing Fondi 2
* = 1 partita in meno