Commenta per primo

Continuiamo lo screening sui movimenti compiuti dallo Spezia agli albori del calciomercato vero e proprio. Dopo aver parlato della difesa e del centrocampo, vediamo cosa bolle in pentola per il reparto avanzato. Partiamo da chi c'è già ovvero Antimo Iunco, giocatore a metà tra Spezia e Chievo con quest'ultima che potrebbe riscattare alle buste la totalità del cartellino del fantasista pugliese.
Ferdinando Sforzini rimane in cima ai desideri di Michele Serena che l'ha già allenato a Grosseto e che lo ritiene il centravanti giusto per le proprie necessità tattiche. Lo Spezia come detto dovrebbe disporsi con il 4-3-1-2 o in alternativa con il 4-3-3, e Sforzini con la sua stazza avrebbe la funzione di boa e finalizzatore d'area di rigore (20 reti per lui la scorsa annata). Il sogno è riuscire ad affiancargli Marco Sansovini, 32 anni tra due giorni e giocatore carismatico del Pescara con cui ha messo a segno 27 reti negli ultimi due campionati di B. Bomber completo con spiccato fiuto per la porta, nonostante sia un brevilineo (170 centimetri) è anche un buon colpitore di testa. Al momento comunque è bene dire che la richiesta del Pescara per lasciarlo andare via è molto alta, ed è difficile che l'affare vada in porto a queste condizioni.
Le alternative non mancano e portano il nome di Francesco Tavano dell'Empoli e Paulinho Betanin del Livorno. Entrambi non hanno bisogno di presentazioni ed entrambi già accostati allo Spezia a più riprese anche in passato. Il brasiliano in particolare ha tanto mercato vista l'età ancora verde (26 anni) e il club di Aldo Spinelli ha formulato anche in questo caso una richiesta molto alta per un giocatore che comunque in serie B deve ancora avere la consacrazione. Pista comunque calda e prima alternativa a Sforzini.
Con la Fiorentina poi esiste già un discorso per Khouma Babacar giovanissimo enfant prodige della Primavera viola, ma in questo caso si tratterebbe comunqe di un rincalzo. La strada che porta invece al milanista Gianmarco Zigoni sembra abbandonata dopo un incontro meneghino tra Ricci e la società di via Turati.
Per quel che riguarda invece le ali lo Spezia lascerà andare Alessandro Cesarini per cui si è fatto avanti l'ambizioso Benevento, destinazione rifiutata invece da Andrea Ferretti ma anche lui non farà parte della rosa che affronterà la serie B. Un pensiero invece si sta facendo per Cosimo Chiricò, giocatore del Lecce di appena 20 anni che ha messo in mostra grandi potenzialità con la maglia del Lanciano pur giocandosi il posto di attaccante destro con Vincenzo Sarno. Altra ipotesi è quella di Andrea Raimondi, giovane del Padova che da due anni veste la maglia della Juve Stabia di Piero Braglia.