Commenta per primo

 

Il conto dei tifosi fa arrabbiare la Juve: "I nostri? 4 milioni in più dei rivali". 
 
Il club bianconero contro un sondaggio pro Inter.
 
Il sondaggio che fa litigare. I cinque club più importanti della serie A (Juve, Milan, Inter, Roma e Napoli) hanno rotto in Lega Calcio con le altre 15 società per stabilire i bacini di utenza dei tifosi: la frattura è sui metodi di rilevazione, anche perché ci sono 200 milioni di euro da spartirsi, e così la ricerca pubblicata ieri dal «Sole 24 Ore» sui tifosi che seguono le squadre di calcio non è piaciuta alla Juve. Secondo un sondaggio di Ipr Marketing, infatti, risulterebbe come la società bianconera sia stata superata dall'Inter come club più seguito in Italia: 7,5 milioni di appassionati interisti contro i 7 milioni bianconeri. 
 
Un crollo senza precedenti, rispetto agli oltre 10 milioni di sostenitori juventini certificati, e soprattutto uno storico sorpasso che è stato pubblicamente contestato. «Secondo le recenti stime di Eurisko e CRA che da anni monitorano il comparto calcistico - è la nota apparsa sul sito ufficiale della Juve-, la quota dei tifosi bianconeri rappresenta il 28% del totale degli appassionati di calcio italiani e vanta circa 4 milioni di tifosi in più rispetto ai diretti competitor». 
 
La società di ricerca Ipr Marketing, con sede a Napoli, spiega che «il campione è rappresentativo, ha coinvolto mille italiani dai 15 anni in su e poneva due domande: segue il calcio? e chi segue maggiormente in serie A?». Dunque un sondaggio poco strutturato che non distingue tra tifosi praticanti e semplici appassionati, ma che è bastato per accendere le polveri della polemica. E qualche sospetto, non solo alla Juve. Il Milan, ad esempio, avrebbe gli stessi tifosi del Napoli (5 milioni): un altro dato sorprendente.