Gentile Procuratore,

scrivo per denunciare pubblicamente che i prezzi dei biglietti per assistere a una partita di calcio di serie A allo stadio sono, a mio modesto avviso, eccessivamente elevati. Sono un padre di famiglia con due figli maschi e anche una moglie tifosa, ma non ci possiamo permettere di andare allo stadio insieme senza dover fare i conti con il portafoglio. Ok quando gioca Ronaldo, ok quando c'è la partita di cartello, ok quando c'è il derby, ma resta il fatto che ogni domenica le società ospitanti trovano una scusa per fare oscillare i prezzi dei biglietti alle stelle? Anche negli altri Paesi i biglietti sono così salati? Ruggiero '74


Caro Ruggiero,

non posso biasimarti assolutamente. Andare allo stadio costa, e anche tanto!
Non solo in tribuna, ma anche nei distinti e in curva. Negli altri Paesi le politiche dei prezzi dei biglietti (Fonte: "Il Business nel pallone") sono decisamente più vantaggiose per i tifosi; in Germania i prezzi degli abbonamenti sono mediamente più bassi e quindi alla portata di un intero nucleo familiare. Anche il singolo biglietto risulta mediamente meno costoso. Per quale motivo? I club tedeschi adottano queste politiche dei prezzi bassi in quanto riconoscono nella fan-base la principale risorsa a propria disposizione. Una risorsa che nei loro pensieri va prima di tutto invogliata ad andare allo stadio con tariffe alla portata di tutti e, solo successivamente, "sfruttata" a livello commerciale. In base a questo ragionamento strategico, gli stadi sono sempre pieni facendo lievitare sia la soddisfazione dei tifosi che la liquidità delle casse delle società stesse!

Ora passo la palla agli utenti di calciomercato.com: secondo voi i prezzi dei biglietti allo stadio in Italia sono diventati eccessivamente cari oppure sono sempre in linea con quelli praticati negli ultimi anni?

Per scrivere all'Avvocato Cataliotti utilizza lo spazio dedicato ai commenti, oppure vai su www.footballworkshop.it