126
Finalmente Suso, l'ora del decollo. E della sospirata continuità, che sia 4-4-2 o 4-3-3 c'è stato spesso e volentieri il suo autografo nelle ultime vittorie del Milan che sta trovando nello spagnolo una certezza mai così puntuale nei mesi e negli anni passati. Dopo un inizio difficile, ha trovato quota tre gol con sette assist all'attivo, quando gira l'attacco c'è anche Suso a rendersi partecipe. Determinante con la Sampdoria, col Chievo, col Sassuolo, pure un assist a Napoli. Ma adesso c'è da continuare così per proseguire un decollo di cui Leonardo e Maldini sono sicuramente soddisfatti.
QUESTIONE CLAUSOLA - Ma c'è anche un risvolto di mercato nelle analisi della dirigenza rossonera a proposito di Suso. Leo infatti vorrebbe rivedere la questione legata alla clausola rescissoria dello spagnolo, fissata attorno a quota 40 milioni di euro nel contratto fino al 2022 sottoscritto dall'ex Liverpool e valida solo per l'estero. Una buona cifra che il Milan vorrebbe alzare da qui alla prossima estate, un discorso con vista su giugno perché difficilmente prima si troverà una soluzione diversa. L'ottica è in particolare sulla Premier League, dove l'Everton compra Richarlison per 39 milioni o il Liverpool investe ben 45 milioni per Fabinho c'è il rischio che qualcuno porti via Suso. Il Milan eventualmente vorrebbe ragionarci alle sue condizioni; ma in caso di Europa che conta, l'idea rossonera è di provare a blindarlo ulteriormente sul fronte clausola. Un'opzione, un pensiero appunto almeno fino a questo momento, Suso e il suo agente Lucci restano soddisfatti dell'attuale contratto. E la continuità non deve fermarsi per lo spagnolo. Ma diversi club continuano a tenerlo d'occhio...