Commenta per primo
Come riportato da Repubblica, a Lugo, nella provincia di Ravenna, nel corso del match di terza categoria dove si giocava la quarta di ritorno tra la squadra locale del Quartiere Stuoie e quelle della frazione ravennate di Sant'Antonio, il Gs Romagna, l'arbitro del match (di origini siciliane ma residente nel ravennate), dopo aver ricevuto insulti razzisti e minacce dai tifosi ospiti al 31' del secondo tempo ha deciso di sospendere la partitasul risultato di 1-1. Il presidente della sezione Aia-Figc di Ravenna Fabio Alberani ha poi spiegato i motivi: "Una decisione presa perchè rischiava la propria incolumità. L'ho sentito al telefono, mi ha raccontato tutto: davvero un brutto episodio. Ora stilerà il referto e toccherà al giudice sportivo pronunciarsi sul caso".