Una stagione da protagonista assoluto della bella e ambiziosa Sampdoria di Marco Giampaolo, uno dei pezzi pregiati della collezione del presidente Ferrero e sicuro uomo mercato della prossima finestra di trattative. Un anno da ricordare il 2018 per Lucas Torreira, un anno che può diventare perfetto se a giugno ci sarà anche lui sul volo che porterà il suo Uruguay in Russia per il prossimo Mondiale. La prima convocazione con la Celeste del ct Tabarez per la China Cup del 23-26 marzo è un indizio importante sulla considerazione di cui il playmaker classe '96 inizia a godere anche nel suo Paese, proponendosi come uno dei volti nuovi di una nazionale in cerca di ricambi dopo la grande generazione dei Forlan, Lugano e Godin prima, dei Suarez e Cavani poi. 

ATTESA RISCHIOSA - Una situazione in evoluzione che potrebbe fare piuttosto comodo al club blucerchiato, pronto ad approfittare dell'eventuale effetto al rialzo di una partecipazione alla Coppa del Mondo di un giocatore già con tantissimi estimatori alle spalle, su tutte l'Inter di Luciano Spalletti, come appreso da calciomercato.com.  Non è un caso che abbiamo citato il nome dell'attuale allenatore nerazzurro, che nutre una stima profonda dell'ex regista del Pescara, che per caratteristiche fisiche e tecniche ricorda molto il Pizarro esploso a Udine e poi consacratosi a Roma sotto la guida dell'uomo di Certaldo. Un profilo ritenuto idoneo per innalzare il tasso qualitativo di un reparto che anche in questo campionato ha mostrato tutte le sue lacune e che verrà valutato con attenzione fino alla conclusione del campionato. Una scadenza che rischia però di essere penalizzante per l'Inter, visto che il giocatore piace molto anche all'estero, in primis all'Atletico Madrid, e il pericolo di dover trattare su basi economiche molto diverse da quelli preventivate, tra i 20 e i 25 milioni di euro.