Sulla terza Europa League dell'Atletico Madrid c'è la firma di Antoine Griezmann. L'attaccante francese ha segnato una doppietta decisiva ed è stato nominato "man of the match" della finale vinta 3-0 contro il Marsiglia a Lione. A circa 70 km e meno di un'ora di macchina da Macon, la sua città natale, che ha lasciato a 14 anni di età per entrare nel settore giovanile della Real Sociedad. Da dove l'Atletico Madrid lo ha acquistato 4 anni fa per 30 milioni di euro. Ora, dopo 110 gol segnati in 207 presenze con la maglia dei colchoneros, ha una clausola di rescissione da 100 milioni di euro ed è destinato a trasferirsi al Barcellona nel prossimo mercato estivo. 

Griezmann è stato sostituito al novantesimo da Fernando Torres. A 34 anni, El Nino è in scadenza di contratto a giugno e ha già annunciato l'addio a fine stagione. Stasera, alla presenza numero 343, ha vinto il suo primo titolo con l'Atletico Madrid. Nella premiazione capitan Gabi gli ha lasciato alzare la coppa, poi El Nino non voleva più mollarla durante i festeggiamenti in campo. Domenica lui e Griezmann avranno l'occasione per salutare i tifosi dell'Atletico nell'ultima giornata di campionato spagnolo in casa con l'Eibar. Lo stadio Wanda Metropolitano è pronto al tributo per questi due grandi attaccanti, che potranno essere rimpiazzati sul mercato (dallo juventino Dybala?) ma non dimenticati: la storia sono loro.