38
Il Genoa è in una situazione disperata per colpe che partono da Preziosi e arrivano alla nuova proprietà americana. Aggiungo il professor Zangrillo e la sua presidenza. Non può essere un ruolo di pura rappresentanza. Deve esserci anche presenza e competenza. Sono sicuro adesso lo stia capendo anche lui. Preziosi ha avuto il merito di non portare mai il Genoa in serie B, ma in questa ultima stagione si è dato molto da fare. Il risultato è stata una squadra sospesa tra un’estrema gioventù e vecchie esperienze. Ballardini commise l’errore di accettarne la guida, errore comprensibile ma fatale.



La nuova proprietà americana non ha saputo rinunciare a un colpo di teatro sostituendolo con un debuttante di lusso, Shevchenko, alla vigilia di una serie di partite contro Milan, Juventus, Sampdoria (derby), Lazio e Atalanta, chiusa con un punto. L’errore si stava perpetrando ora con Labbadia, che per fortuna ha chiesto cifre assurde. Avrebbe impiegato due mesi solo per capire che squadra aveva e in che tipo campionato farla giocare. Sono errori che puoi commettere a luglio, non a gennaio. Il suo rifiuto diventa un’occasione per tornare a Ballardini, il vero allenatore di un Genoa di questo genere.