29
Torna l'appuntamento di Calciomercato.com: un cappuccino con Mario Sconcerti. I temi dell'attualità calcistica approfonditi da uno dei punti di riferimento del giornalismo italiano e presenza fissa sulle pagine del nostro sito. L'approfondimento di oggi è sulla Roma.


La Roma ha un bisogno urgente di giocatori. E’ vero che quando un presidente compra la società pagando centinaia di milioni non per crescere ma per chiudere i debiti del proprietario precedente, è sempre costretto a fare attenzione. Ma la Roma si è molto smagrita in questo mercato ricevendo pochissima nuova nutrizione. Lo stesso Milik, gran centravanti e buona soluzione ma di qualità diversa da Dzeko, chiude un vuoto, non porta aggiunte. Kolarov era esaurito, ma la considerazione anche qui non colma lo spazio. Kolarov è stato un giocatore fondamentale negli ultimi anni per tanti motivi, non ultimo il suo fisico e il suo senso del gioco.

La Roma attuale ha solo tre giocatori diversi: Pellegrini, Mkhitaryan e Pedro. Veretout è bravo, ma un Veretout, un Diawara lo hanno anche gli altri, non sono esattamente differenze. Infatti il gioco va a strappi, segue la qualità di chi lo esegue, non ha un pensiero unico. E questa Roma arriva da un quinto posto. Per salire bisogna aggiungere. Non è una richiesta arrogante, è pura aritmetica.