Qui non ci sono Ronaldo, qui non ci sono Messi: il calcio non è solo dei campioni, quello virtuale non è solo dei pro. Un angolo dedicato a chi si avvicina al mondo degli eSports, per chi li vive con passione ma senza prendersi troppo sul serio. "Un po' di FIFA qua?" è la rubrica dedicata a voi e a noi, ai gamer di tutti i giorni: uno spazio per tutte le curiosità e per raccontare avventure e disavventure digitali.

Quanto serve per riprendersi da un'influenza lunga quasi sei mesi? Con la cura giusta bastano dieci giorni, chiedere conferma a Paul Pogba: ora è completamente guarito dal 'virus Mou'! Dieci giorni senza José Mourinho, cacciato dal Manchester United dopo uno degli avvii peggiori nella storia dei Red Devils. Tanto è bastato al centrocampista francese per lasciarsi alle spalle una prima parte di stagione complicata, caratterizzata più che dalle giocate sul campo dalla faida con il tecnico portoghese: le esclusioni e le frecciate, come appunto l'accusa a Pogba di essere un 'virus' per la squadra, accusa mai confermata dall'ex Special One ma neanche smentita con veemenza; la revoca del titolo di capitano, la voglia del classe '93 di cambiare aria e magari tornare a quella Juventus che lo aveva reso grande.

Mourinho il virus, Solskjaer la cura. Con l'arrivo del norvegese in panchina la musica è completamente cambiata per Paul che in due partite, seppur contro avversari non esattamente irresistibili, è tornato a sfoggiare tutto il repertorio: due assist nella manita al Cardiff City, una doppietta personale nel 3-1 rilato all'Huddersfield. Pogba è tornato, buona notizia per lo United ma non solo: anche gli allenatori virtuali fanno festa.

Per chi ad Ultimate Team su Fifa 19 continua a puntare sulla solidità della Premier League (compreso chi scrive), avere una carta speciale di Pogba non è importante, ma essenziale: potenza, tecnica, velocità, che fosse la versione 89, 90 o 92 (senza scomodare la finale da 94) nella scorsa edizione del gioco il centrocampista francese era dominante e spostava gli equilibri quasi quanto mostri del calibro di Ronaldo o Messi. Nella nuova edizione del titolo EA SPORTS finora, gli appassionati si sono dovuti finora 'accontentare' della versione base 88, costosa e non determinante come in precedenza. Serviva una riscossa da parte del francese ed è arrivata: i due gol all'Huddersfield sono valsi al mediano dello United l'ingresso nella Team of the week (TOTW) e una carta IF da 89 di overall che migliora le skill in passaggio, conclusione e difesa, dato da non sottovalutare se uno vuole schierare un centrocampo più offensivo senza perdere equilibrio. Il prezzo? Al momento sotto i 700mila crediti, non esagerato se si considera il valore del giocatore, ora l'attesa è per nuove prestazioni e nuove carte speciali che rendano ancora più dominante il giocatore: Pogba is back, inizia il cammino per tornare re delle mediani inglesi.

@Albri_Fede90