Commenta per primo
Altro compito delicato per Marotta e relativo staff: ricostruire una struttura capace di individuare i migliori giovani sul mercato e anche di valorizzarli all’interno del settore giovanile. Tanto per cominciare, ci si può rivolgere ai giovani piazzati l’estate scorsa in altre squadre e che nel frattempo sono cresciuti e che, quindi, sono pronti per ricominciare con la Juve. Il primo contatto conduce a Mimmo Criscito e Raffaele Palladino. Un discorso che vale anche per Davide Lanzafame, così come dovrà essere approfondito l’argomento Paolucci, che spera di avere un’altra chance a Torino. Ci sono poi i giovani di ritorno, quei bianconeri partiti dalla Juve e affermati altrove. È il caso di Cassani del Palermo ma anche di quell’Andrea Masiello che il Bari ha negato per la tournée americana (la farà in Messico con i pugliesi), ma che resta un obiettivo.