9

Carlo Verdone, attore, regista e noto tifoso della Roma, parla a la Gazzetta dello Sport del momento storico dei giallorossi: "Il mio stato d’animo è quello di un tifoso che ha perso la bussola, non ho ben capito dove la società va e dove andrà, chi prenderà e chi se ne andrà: forse chi se ne andrà l’ho capito, ma chi arriverà non l’ha capito nessuno. Mi auguro che si ripartirà con un progetto molto preciso e solido, che i tifosi capiscano. Vorremo una squadra con più chiarezza di comunicazione. Non si capisce chi comanda, comanda Pallotta, comanda Baldini, chi? Il problema è di far presto e dare dettagli alla tifoseria, perché ci si sta un po’ disamorando…". 

IL FUTURO - "Allo stato attuale non mi aspetto una Roma all’altezza dei sogni dei tifosi, per adesso non sappiamo nulla, c’è stata solo la grande polemica con Totti. E questo fa un po’ male. Sempre più gente va sulla Premier League e questo deve far riflettere. Sul tipo di calcio, sul modo di giocare. È diventato poco divertente il nostro calcio, sempre e solo due squadre quelle che vanno avanti. Se vuole fare il dirigente, deve deciderlo lui. Ma su Francesco non voglio rilasciare alcun tipo di commento"