Commenta per primo

E’ polemica aperta fra il Centro Giovani Calciatori ed il Comune di Viareggio. Questa mattina, nel corso del sorteggio per la sessantaquattresima edizione della Viareggio Cup che, scatterà il prossimo 6 febbraio, è andato in scena un brusco botta e risposta fra l’assessore allo sport del comune viareggino, Mario Ratti, ed Alessandro Palagi,  presidente del Centro Giovani calciatori, organizzatori quest’ultimi del torneo calcistico piu’prestigioso a livello internazionale. Se da una parte Ratti ha auspicato che la finale del torneo, prevista il prossimo 20 febbraio, si possa tenere a Viareggio- dopo che l’anno scorso, anche per motivi economici, l’ultimo atto si disputo’ a Livorno- impegnando, a nome del comune tirrenico, per stanziare il massimo in termini economici per far si che cio’ possa avvenire; Palagi ha replicato:’Fin da ora chiedo al Comune di Viareggio di risparmiare sui soldi che potrebbero investire per far si che l’ultimo atto del torneo  si disputi a Viareggio, e di convogliarli su altre iniziative, visto che il Centro giovani, da me presieduto, ha dovuto perfino spendere 39 euro per l’affitto della sala atta al sorteggio della manifestazione’.

Se da una parte il comune di Viareggio si è infastidito dall’atteggiamento del Centro giovani calciatori di cercare nuove sedi sia per la finale del torneo, e di contatti con città molto lontane da Viareggio per la ritrasmissione in diretta delle partite -negli ultimi mesi ad esempio si è fatta forte la candidatura per l’atto finale di La Spezia-, il Centro giovani calciatori si è sentito trascurato dal comune tirrenico da un punto di vista sia organizzativo che economico per la ‘messa in atto’ del prestigioso torneo. “Le aspettative in vista del torneo sono quelle di ogni anno, ovvero che il roster di squadre che parteciperanno alla manifestazione, siano all’altezza della situazione e garantiscano spettacolo; con la presenza di tanti talenti nelle varie formazioni che possano divertire il pubblico che mi aspetto molto presente sugli spalti – ha spiegato ai microfoni di Calciomercato.com il presidente del centro giovani calciatori Alessandro Palagi – Quest’anno potevamo seriamente fare un torneo a cinquantasei squadre, perché la richiesta di partecipazione di tante società, dalle piu’diverse parti del mondo, è stata altissima; a differenza della grave crisi economica che c’è in questo periodo. E’presto per parlare di quali sedi ospiteranno le partite, posso anticiparne una: Sarzana, che farà da palcoscenico ad un bel lotto di match, ma ci sarà anche Spezia, con quest’ultima che diventerà il ‘secondo campo’ principale, e da dove verranno trasmesse in tv diverse partite del torneo. Il Comune di Viareggio spinge per avere la finale in città, ma il torneo viene piu’ riconosciuto al di fuori di Viareggio, che al suo interno, per cui noi dobbiamo tenere di conto di questa situazione, e la forte crisi che stiamo vivendo. Non possiamo rinunciare a proposte di altre realtà che hanno maggior cultura calcistica al momento’.