29
Da ieri Borja Valero ha cominciato la sua seconda vita in maglia viola, dopo un primo ciclo di pura passione e grandi risultati. Lo spagnolo, arrivato a Firenze nell’agosto 2012, è stato il simbolo ed il faro dell’ultima grande Fiorentina, prima targata Montella e poi Paulo Sousa, ed a lui sono legati alcuni di momenti migliori della squadra viola degli anni ’10. La cosa che maggiormente impressionò i tifosi fu l’amore e l’ardore che questo ragazzo proveniente da Madrid metteva in campo ogni volta che indossava la maglia con il giglio sul petto, tanto da essere adottato insieme alla famiglia dalla città intera. Come le storie d’amore più belle, però, anche il rapporto tra Borja Valero e la Fiorentina non è stato sempre semplice, ed ha vissuto anche periodi molto conflittuali.

INTER – Nell’estate 2017, a seguito dell’arrivo di Corvino e la volontà dei Della Valle di smantellare la squadra, Valero fu costretto a lasciare Firenze, iniziando una nuova avventura all’Inter. Il suo legame con Firenze non l’ha mai nascosto, tanto da tatuarsi le coordiante di Palazzo Vecchio sul braccio sinistro, ma da vero professionista ha sempre dato il massimo per i neroazzurri, tanto da segnare anche un gol pesante alla sua ex squadra lo scorso dicembre. Non appena lo spagnolo ha infatti captato la possibilità di tornare sotto la cupola di Brunelleschi, non ci ha pensato due volte.
RITORNO – “Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi, e poi ritornano”, cantava Antonello Venditti, e niente descrive meglio le ultime ore di Borja Valero. Nonostante la possibilità di andare a giocare titolare al Genoa o al Verona, il numero 20 ha scelto senza indugi la Fiorentina, anche con un contratto di durata inferiore rispetto alle altre proposte che aveva sul tavolo. La riprova che al cuore non si comanda, e a giocare una carta importante è stata l’idea della dirigenza viola di iniziare a costruire il futuro di Borja Valero alla Fiorentina una volta appesi gli scarpini al chiodo. Firenze è pronta a riabbracciare il suo sindaco, che da titolare diventerà un senatore dello spogliatoio, sempre nel cuore di tutti i tifosi viola.