Lo vogliono tutti, per davvero. Perché un'occasione come Leon Goretzka a parametro zero non capita tutti i giorni: leader del centrocampo dello Schalke e già nazionale tedesco da anni sebbene sia un classe 1995, il suo contratto va a scadenza nel prossimo giugno. Ecco perché tanti club sono accostati a Goretzka, dal Barcellona (il più freddo) fino a diverse società inglesi, ma in Italia c'è chi fa sul serio da tempo. La Juventus apprezza questo centrocampista e ci sta lavorando da mesi, è un pallino di Marotta e Paratici che volevano bloccarlo già dalla scorsa primavera.

DALL'INTER... AL BAYERN - La Juve però ha frenato il suo interesse quando ha saputo del forte inserimento del Bayern Monaco su Goretzka. Una storia di qualche mese fa, quando Rummenigge ha verbalmente preparato un accordo per il 2018 con il centrocampista tedesco, pratica diffusa in Germania dove il Bayern è spesso 'pigliatutto' a livello di giovani promettenti. Senza però formalizzare l'intesa, ci vorrà pazienza ma il Bayern Monaco sta controllando la situazione. Ecco perché la Juventus - in ottimi rapporti - non ha voluto creare problemi o fare dispetti a una società amica. Ma nelle ultime settimane la situazione si è aperta: l'Inter si è informata, società dalla Premier hanno mosso i propri passi, Goretzka piace a tutti e finché non firma col Bayern è una tentazione. Ecco perché la Juve è vigile e l'Inter si sente in corsa; ma ad oggi, chi deciderà il destino di Leon è il Bayern Monaco che ha in pugno il giocatore. Solo Rummenigge può mollarlo, o in caso contrario il centrocampista cambiare idea. Prospettive non semplici, intanto l'Italia è ancora un'opzione per Goretzka. Complessa, e senza dispetti all'orizzonte...