Il rapporto tra la Sampdoria e l'Ospedale Pediatrico Gaslini è da sempre piuttosto stretto e attivo. Negli ultimi giorni poi la beneficenza è tornata all'ordine del giorno in casa blucerchiata, dopo la decisione del presidente Ferrero di partecipare a Ballando con le stelle, devolvendo l'incasso ad alcune strutture pediatriche tra cui figura anche l'ospedale genovese. 

Il club doriano però si prodiga anche in altri modi pur di aiutare il Gaslini. Lo fa anche con mezzi alternativi, ad esempio devolvendo alcune cifre al centro di cura. Un'idea originale è stata sicuramente quella venuta a galla oggi. Un anno fa, in occasione di Roma-Sampdoria di settembre 2016, Ricky Alvarez venne espulso dall'arbitro Giacomelli. Il regolamento interno della Samp prevede in questi casi una multa, multa che però l'argentino in accordo con la società ha trasformato in una donazione per il Gaslini.

Grazie al versamento della Sampdoria, e all'aiuto di altre due famiglie oltre che della Cicogna Sprint Onlus, è stato possibile acquistare un Miris Human Milk Analyzerun, un analizzatore della qualità del latte materno. L'inaugurazione, avvenuta questa mattina, ha visto la presenza dello stesso Alvarez: "L’anno scorso quando sono stato espulso contro la Roma, abbiamo deciso con la società che dovevo pagare una multa, e di convertirla in beneficenza" ha spiegato il trequartista argentino a SampTV. "Abbiamo pensato subito al Gaslini per quello che fanno per i più piccoli e perchè una delle cose belle di essere calciatore è proprio poter aiutare. Sono felice che sia stato acquistato un macchinario importante per ottimizzare il latte materno. Parlando con i dottori mi hanno spiegato a cosa serve ed è veramente importante. Nel momento in cui vieni qui, conosci il Gaslini e quello che fa, vuoi aiutare" conclude Alvarez. "La decisione è stata condivisa con la società e sono molto felice di aver fatto beneficenza"