Dopo gli anticipi di sabato e le partite del pomeriggio, è toccato alla Juventus di Massimiliano Allegri scendere in campo per il match della Dacia Arena di Udine contro l'Udinese di Luigi Delneri, nel match valido come primo posticipo della nona giornata di Serie A, in programma alle 18. I bianconeri ospiti, reduci dalla vittoria in extremis contro lo Sporting Lisbona in Champions League, importantissima per il proseguio della massima competizione europea, trovano un'importantissima vittoria per 6-2, in rimonta e in 10 dal 26' per l'espulsione di Mario Mandzukic (doppio giallo, per un litigio con Ali Adnan in seguito a un clamoroso rigore non concesso ai bianconeri, e per proteste), tornano alla vittoria dopo il pareggio e la sconfitta contro Atalanta e Lazio e si portano a meno tre dal Napoli capolista e meno uno dall'Inter. I friulani invece, molto altalenanti in questa prima parte di stagione, cedono di schianto e non riescono a incamerare importanti punti salvezza.  L'Udinese si porta in vantaggio grazie al gol di Perica su errore di Rugani, il pareggio arriva grazie a un clamoroso autogol di Samir. Poi si scatena Sami Khedira, alla fine autore di una tripletta e assoluto migliore in campo, anche se Buffon deve salvare due volte su Jankto e Maxi Lopez, prima del provvisorio pareggio friulano firmato da Danilo. Completano il bilancio le reti di Rugani, di testa, e quella di Pjanic, mentre Higuain lotta tanto ma non si sblocca e colpisce un palo. Male invece Dybala. Juve che non segnava così tanto dal 1959/60, ma che non subiva così tanti gol dal 2003. L’Udinese ha vinto solo una delle ultime 13 partite di Serie A contro la Juventus (3N, 9P).  L’Udinese ha perso sette delle nove partite giocate in questo campionato.