30
Il presidente del Consiglio, Mario Draghi ha preso parola nel corso della sua visita al Museo della Liberazione per celebrare il 25 aprile, festa della Liberazione Italiana e fine della seconda Guerra Mondiale, dove ha parlato dell'importanza di continuare a onorare la memoria di chi ha lottato per la libertà.

NON SCEGLIERE È IMMORALE - "Non tutti fummo brava gente: non scegliere è immorale. Constatiamo con preoccupazione l'appannarsi dei confini che la storia ha tracciato fra democrazie e regimi autoritari, qualche volta persino fra vittime e carnefici. Vediamo crescere il fascino perverso di autocrati e persecutori delle libertà civili. Soprattutto quando si tratta di alimentare pregiudizi contro le minoranze etniche e religiose".

VIOLENZE - "Il linguaggio d'odio che sfocia spesso nel razzismo e nell'antisemitismo contiene sempre i germi di potenziali azioni violente. Non va tollerato. È una malapianta che genera consenso per chi calpesta libertà e diritti, quasi fosse un vendicatore di torti subiti, ma diffonde soprattutto il veleno dell'indifferenza e dell'apatia"