186
"La Serie A si è impoverita". È sicuramente questo uno dei leit motif che ha accompagnato il nostro campionato fin dal termine del calciomercato estivo. Le cessioni o gli addii importantissimi di giocatori come Donnarumma, Lukaku, Ronaldo e Hakimi hanno e stanno sicuramente condizionando i giudizi sulla competitività del nostro torneo e, in particolare, dei nostri attaccanti. E proprio l'addio di Lukaku e Ronaldo (24+23 e 29+31 gol segnati nelle ultime due stagioni) considerati non senza merito i due attaccanti più forti del campionato, ha aperto un dibattito enorme sulla loro "eredità". Chi è oggi il bomber più forte che gioca in Italia?

DA VLAHOVIC A IMMOBILE E IBRA - La classifica marcatori oggi premia ancora una volta Ciro Immobile, di nuovo in testa a quota 4 gol segnati, ma le difficoltà accusate ieri contro il Milan e in generale con la Nazionale italiana, non riescono a farlo emergere come il milgiore rimasto in Serie A. Anzi, alle sue spalle continuano a crescere diverse alternative, più o meno giovani, ma comunque letali nel ruolo da numero 9. Il più in forma è sicuramente Dusan Valhovic (anche lui già a quota 3 gol) che con la Fiorentina sembra avere una crescita inarrestabile. Poi ci sono i due 9 del Milan, con Giroud incontenibile prima della positività al covid e con Ibrahimovic tornato subito alla grande dopo il ko al ginocchio. L'Inter ha Dzeko in parabola discendente e Lautaro sempre più in crescita e sempre più centrale. Abraham sta lottando con i pali, Osimhen con le squalifiche e Duvan Zapata con gli infortuni. Poi ci sono i vari Joao Pedro e Arnautovic, ma anche Belotti che non si vedrà per infrotunio ancora per un po'. 
VOTA IL SONDAGGIO - Tanti nomi e nessun dominatore assoluto. Chi è il miglior bomber della Serie A? VOTA QUI IL NOSTRO SONDAGGIO