La Champions League potrebbe presto cambiare piattaforma, almeno per quanto riguarda la sua riproduzione nel virtuale. Termina infatti l'accordo tra Uefa e Konami, una partnership decennale che ha permesso alla Champions di essere rappresentata su PES. A confermarlo un comunicato dell'Uefa stessa: "La UEFA Champions League è stata una caratteristica chiave del famoso videogioco di Konami Pro Evolution Soccer".

"Konami è stato un importante partner per la UEFA Champions League e la UEFA Europa League, con il nostro marchio fortemente caratterizzato all’interno del videogioco e come parte dei popolari tornei di e-sport della UEFA Champions League organizzati da Konami", ha spiegato Guy-Laurent Epstein (direttore marketing di UEFA Events SA). "È stata una collaborazione molto stretta e vantaggiosa per entrambe. La UEFA ringrazia Konami per l’enorme impegno profuso e il sostegno alle competizioni UEFA per club nell’ultimo decennio e non vediamo l’ora di continuare a lavorare con Konami per quanto riguarda le competizioni UEFA per nazionali".

Jonas Lygaard, senior director of brand & business development di Konami Digital Entertainment BV, aggiunge: "La licenza della UEFA Champions League ci ha dato le basi per creare esperienze uniche e offrire agli appassionati di calcio di tutto il mondo l’opportunità di godersi questa competizione in prima persona. Quest’anno, tuttavia, sposteremo la nostra attenzione su altre aree. Continueremo ovviamente a esplorare modi alternativi in ​​cui la UEFA e Konami possono continuare a lavorare insieme, poiché la nostra relazione rimane forte".

Tornano in gioco dunque le licenze per la riproduzione della Champions League e nelle prossime settimane scatterà un'asta che potrebbe premiare EA Sports, pronta a portare i marchi ufficiali della Champions già su Fifa19.