20
Mario Mandzukic lascerà il Bayern Monaco. Ormai è una certezza. Le sue parole di ieri in Croazia sono state confermate dal suo agente, Ivan Cvjetkovic, a Calciomercato.com: “Sì, confermo tutto quello che ha detto. Lascerà il Bayern Monaco”. Nessuna esagerazione quindi, né errori nella traduzione: spesso i calciatori fanno marcia indietro, ma stavolta no. Mandzukic è arrivato dritto al punto senza giri di parole: non è adatto al gioco di Guardiola, se ne andrà. Anche perché ci sono due motivi in più: l’arrivo di Lewandowski e il contratto in scadenza tra due anni, nel 2016, che non sarà rinnovato. La situazione quindi è chiara, ora bisogna capire quale sarà il suo futuro.
IL PRIMO NOME DI INZAGHI - Il Milan ci spera e tiene d’occhio la situazione, è il sogno di Filippo Inzaghi per l’attacco. Non è assolutamente una pista facile, ma neanche da escludere. Dipenderà soprattutto dalla concorrenza, perché il giocatore vorrebbe giocare la Champions League e chiede un ingaggio molto importante. Il Mondiale giocherà contro il Milan: si comincia ormai tra pochissimo e Mandzukic scenderà subito in campo contro il Brasile, all’esordio, con gli occhi di tutto il mondo addosso. Con gol e buone prestazioni, la concorrenza e il prezzo (già intorno ai 30 milioni) aumenteranno. Ricordiamo infatti che il croato passò al Bayern Monaco dopo aver fatto benissimo all’Europeo: due anni dopo può accadere la stessa cosa. Il giocatore è stato proposto al Real Madrid, ma la prima scelta è Luis Suarez. Poi ci sono anche le big inglesi, anche se il Chelsea ha già preso Diego Costa e il City dovrebbe tenere Edin Dzeko, che ha caratteristiche simili. Proprio Dzeko è sempre stato un sogno del Milan, come lo è ora Mandzukic. I sogni, prima o poi, possono diventare realtà.