1
"Il dispiacere per la perdita di Riccardo Montolivo è tanto perchè il capitano del Milan non è solo uno dei migliori centrocampisti italiani ma anche un ragazzo per bene ed ha delle qualità tattiche incredibili. Poi però adesso non c'è tempo per il rammarico, Prandelli ed il suo staff dovranno essere bravi a dare nuovi stimoli alla rosa definitiva che verra' scelta e ritrovare le energie mentali nervose prima per la partenza per il Brasile e poi per il debutto difficilissimo con l'Inghilterra. Credo che le soluzioni per provare a sopperire all'assenza di Montolivo ci siano, con caratteristiche diverse, ci sono: penso a Thiago Motta ma anche ad Aquilani. La convocazione per il Mondiale di quest'ultimo la trovo ineccepibile, e penso che il centrocampista gigliato possa davvero uscire rinfrancato in termini di prestazioni dal torneo che si disputera' in Sudamerica".

Così l'ex tecnico anche di Pistoiese, Ternana e Napoli, Andrea Agostinelli, ospite ai microfoni di Calciomercato.com.
"Non mi aspettavo molto di piu' di cio' che ho visto da Giuseppe Rossi che ovviamente ha dovuto gestirsi ed ha ancora remore dal punto di vista mentale per i noti problemi al ginocchio – ha aggiunto Agostinelli – Però il tempo per migliorare c'è, le qualità pure, e la condizione non può che crescere. Del resto contro l'Irlanda a Londra non era partita vera, e si che ogni nazionale azzurra trova difficoltà quando non c'è qualcosa in palio. Però le risposte giunte dai vari Verratti, Darmian, anche Cassano, sono state all'altezza e rimango convinto che la rosa di Prandelli consetira' al ct. di fare scelte tattiche diverse che renderanno gli azzurri imprevedibili'. Infine un giudizio Agostinelli lo da' sulle prime mosse di calciomercato in casa Fiorentina. 'Molto passera' dalla difesa di valori tecnico quali Cuadrado e Savic, ma anche dalla conferma di elementi come Pizarro – ha concluso il classe '57 di Ancona – Per me il cileno è un'indispensabile ed il rinnovo sarebbe fondamentale. Ovvio che servano anche innesti di qualità fra centrocampo e difesa ma l'augurio migliore che si può fare a Montella e' di avere sani i giocatori migliori nel reparto d'attacco, perchè se quello gira, la fiorentina può seriamente l'anno prossimo tornare a lottare per un posto in Champions League".