Commenta per primo
Aldair  ha parlato ai microfoni di New Sound Level della vittoria dei giallorossi in Conference League e del percorso che sta facendo José Mourinho con i capitolini 

Ti aspettavi Roma in festa al primo anno di Mourinho?
“Non me l’aspettavo, anche se è un allenatore vincente secondo me c’erano altre squadre favorite a vincere questa coppa”.

Con chi ti sei abbracciato al fischio finale?
“Avevo tutti intorno lì in tribuna, ho abbracciato prima di tutti Bruno Conti e Rizzitelli che al fischio finale sono impazziti, è stata un’emozione bellissima”.
Cosa serve a questa Roma per il prossimo anno? Si parla di Bremer, ti piace?
“Bremer è un giocatore molto interessante, se ne parla bene già da qualche anno, è un giocatore che seguo da qualche tempo, sin da quando giocava in Brasile. Sarebbe un acquisto importante perché conosce bene il calcio italiano e ha un grande potenziale”.

Come valuti la stagione di un altro brasiliano della Roma, Ibanez?
“È stato molto concentrato quest’anno, in finale dalla parte sua non è passato nessuno e sono stato molto contento della partita che ha fatto, è un giocatore affidabile su cui si può contare per la prossima stagione”.

È vicino il ritorno di Totti alla Roma?
“Non credo che Totti tornerà alla Roma, siamo andati a Tirana insieme e non mi ha mai parlato di nulla, solitamente mi parla delle cose. Lavoriamo insieme su alcuni calciatori in Brasile, credo che in questo momento non ci sia nulla. È quello che vogliono tutti i tifosi della Roma, compreso il sottoscritto, ma credo che in questo momento Francesco sia impegnato su altro”.