27

L'allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri ha dichiarato in conferenza stampa alla vigilia del turno casalingo con il Palermo: "La squadra è stata attaccata ingiustamente dopo la sconfitta di mercoledì in Champions League contro l'Olympiacos, in fin dei conti sta facendo ottime cose in campionato e in coppa abbiamo sbagliato il primo tempo di Atene, fallendo tante palle-gol nella ripresa. Ci sono state critiche feroci solo per 45 minuti giocati male". 

L'OMBRA DI CONTE - "Questo è un tema che viaggia da quanto sono arrivato. Conte ha fatto tre anni straordinari, ma è il passato. Fa parte della storia, ma ora bisogna guardare avanti e dobbiamo essere positivi. La squadra non si perde per aver sbagliato un primo tempo, possiamo ancora passare il turno e la matematica addirittura ci permette ancora di arrivare primi nel girone. Abbiamo sbagliato, giocando male tecnicamente e concedendo loro quello che non dovevamo, pur subendo pochi tiri in porta e creando tantissimo. In campionato abbiamo sempre vinto, fatta eccezione per il pareggio con il Sassuolo. Nelle ultime due gare i portieri di Olympiacos e Sassuolo sono stati i migliori in campo. Io devo pensare all'andamento della squadra che sta facendo ottime cose e i 45 minuti di Atene non possono scatenare critiche così feroci come se fosse tutto da buttare, si deve solo analizzare cosa non ha funzionato". 

PIRLO - "Andrea è in una buona condizione fisica, ha bisogno di giocare per ritrovare ritmo. Deve riprendere a far viaggiare la palla come lui sa fare, altrimenti la squadra ne risente. Lui è unico in quel ruolo e giocando ritroverà i tempi e la velocità di azione. Non avevo dubbi sulle qualità di Morata, ma la prima partita, per chi non gioca da molto tempo, solitamente è sempre la migliore e dopo si accusa un piccolo contraccolpo. Valuterò tra lui e Llorente chi far giocare. Fernando ha lavorato sempre bene, gli è mancato solo il gol e credo quando arriverà troverà fiducia e riprenderà a segnare come ha fatto l'anno scorso. Senza scordarci di Giovinco, che sta facendo bene, e di Coman, di sicura affidabilità". 

PALERMO - "E' una squadra diventata più solida. Davanti hanno Dybala, che sta facendo molto bene, Vazquez che ha buona tecnica e Belotti che ha un grande avvenire. Servirà una partita molto intensa, ben giocata tecnicamente. Soprattutto, dovremo giocare a calcio: nella partita con il Sassuolo ci sono stati solo 43 minuti di gioco effettivo. Si parla tanto di moviola in campo, ma in realtà ci vuole più rispetto per gli spettatori. Una partita di 95 minuti non può durarne 43, altrimenti torniamo al 1960".