Commenta per primo

Conferenza stampa di vigilia per Massimiliano Allegri che non si fida del Bologna: "Partita molto strana perché per la prima volta giochiamo alle 12.30 ma anche molto difficile perché il Bologna sta vivendo un ottimo periodo. Ha vinto molto ultimamente e oltre ad avere grandi motivazioni, ha anche un buon gruppo".

"Non credo che da Juventus-Lazio esca l'anti-Milan perché è ancora troppo presto. Il campionato è ancora lungo e non credo che ci sia solo un anti-Milan. C'è la Juve, la Roma, il Napoli e l'Inter... noi dobbiamo giocare come abbiamo fatto fino a sabato scorso".

Il Milan dovrà fare a meno di Thiago Silva, ma nessun rimpianto per non averlo fatto riposare: "Sono cose che capitano. Dispiace che Thiago e Flamini si siano infortunati proprio a dieci giorni dalla sosta, ma li recuperiamo alla ripresa."

Parlando della partita Allegri alza la guardia: "Il Bologna è una squadra molto tecnica e veloce con Di Vaio che concretizza tutto quello che gli capita tra i piedi. Dobbiamo avere grande rispetto del Bologna e noi dobbiamo giocare da Milan."

Milan che non è Ibra-dipendente: "Ibra è un campione, un accentratore, dà fisicità e tecnica. Tutte le grandi squadre hanno un giocatore simile, ma è la squadra che lo mette in condizione di fare bene."

"Bonera è favorito su Yepes ma non ho ancora deciso. Domani dobbiamo fornire una prestazione diversa da quella con l'Ajax, bisognava fare ben altre figure in Champions."

Nessuna bocciatura però per il fantasista brasiliano: "Ronaldinho è un giocatore del Milan, mercoledì si è impegnato ma non ha fornito una grande prestazione così come tutta la squadra. E' normale che fosse in difficoltà. Le parole di Materazzi su Ibra? Ognuno deve guardare in casa propria".

Milan che potrebbe intervenire sul mercato a gennaio, lo conferma lo stesso Allegri: "Intanto vinciamo queste due partite poi penseremo a come rinforzare l'attacco in base alle disponibilità. In difesa invece non serve nessuno, Thiago tornerà subito a gennaio".