224
Non solo Vincenzo Montella, anche Carlo Ancelotti è polemico al termine di Fiorentina-Napoli. Queste le parole dell’allenatore a Sky Sport, furioso coi tifosi viola dopo il match: “Abbiamo difeso con ordine e gestito bene delle situazioni difficili. Questo è un campo ostico e lo sapevamo. Dopo 90 minuti di insulti ho suggerito alla gente di andare a casa, è una brutta abitudine che non passerà mai, quando succederà sarà troppo tardi. Gli insulti danno fastidio, soprattutto per una tifoseria per cui simpatizzo. Tanto di cappello per i tifosi della Fiorentina onesti, ma ci sono anche gli ignoranti e tanti erano dietro la mia panchina. Mio padre era grandissimo tifoso della Fiorentina, ma purtroppo c'erano tanti ignoranti dietro di me".

MERCATO - "Eravamo un po' frenati ed in ritardo di pressing, quando è calata la pressione siamo stati bravi nella gestione. Questi sono tre punti importanti considerando tutto quello che è successo nel corso della partita. Serve un altro attaccante? Magari un difensore (ride, ndr)".

OBIETTIVO - "Ho detto che mi prendo la responsabilità di dire che questa è una squadra che può lottare per vincere. Giocatori nervosi? Li conosco molto bene, a livello di squadra è una responsabilità che tutti insieme ci dobbiamo prendere, questa squadra è molto forte ed ha dimostrato tantissime qualità. Fabiàn ha giocato in una posizione ibrida, hanno dato molto fastidio. 

LE DIFFICOLTÀ - "Squadra in ritardo? Si trattata sopratutto di aspetto mentale, la difesa slittava poco, alcuni movimenti non erano ben combinati, anche con qualche difficoltà nel fraseggio. Ma è la prima giornata di campionato, dobbiamo insistere con quello che stiamo facendo, questa squadra in allenamento mi dà soddisfazioni come poche altre squadre".

JUVE - "Contento di giocare contro la Juve alla seconda? Mah, contento di giocare le partite di cartello, tutti vorrebbero partecipare, essere presenti e giocare. Trovare la Juve in un momento di passaggio? Beh il passaggio di passare da un allenatore all'altro. Colgo l'occasione per fare gli auguri a Maurizio (Sarri, ndr), so che non lo vedrò ma spero di vederlo il prima possibile. Arriva alla seconda ma non importa, va bene così".