Testa al Genoa. Nella conferenza stampa della vigilia Carlo Ancelotti, allenatore del Napoli, parla della sfida di campionato contro gli uomini di Juric, un match che nasconde diverse insidie: "Abbiamo fatto bene finora, ma possiamo fare anche meglio. Le insidie vanno superate tutti i giorni e domani ce n’è un’altra: affrontiamo una squadra in difficoltà e per questo motivata. Mi aspetto una prova di maturità perché è più complicato trovare grandi motivazioni quando magari l’avversario non è il Psg".

MILAN-JUVE - "Non mi aspetto nessun regalo, da appassionato spero di vedere una bella partita. Noi pensiamo a quello che dobbiamo fare e a fare un buon campionato. Nell’approccio siamo migliorati ma bisogna essere più continui e convinti, precisi nelle conclusioni e bravi a leggere i momenti della partita". 

MERTENS - "Mertens ha avuto un problema alla spalla, ma è completamente recuperato e si è allenato normalmente".

MOURINHO - "La reazione ci può stare dopo aver ricevuto insulti per 90'. E poi ha fatto un gesto ironico, non è stato pesante. Il problema è culturale e non mi riferisco solo ai tifosi Juve, perché certe cose accadono anche a Napoli o Milano o in tanti altri stadi. Basta litigare, viviamo lo sport in maniera semplice e responsabile".