Calciomercato.com

Ancelotti: 'Nessuna vendetta con il Napoli. Su Kvara e Osimhen...'

Ancelotti: 'Nessuna vendetta con il Napoli. Su Kvara e Osimhen...'

  • Giovanni Annunziata, inviato
  • 37
Carlo Ancelotti, allenatore del Real Madrid, ha parlato alla vigilia del match di Champions League contro il Napoli. Ecco le sue dichiarazioni in conferenza stampa:

INFORTUNI - "Non mi piace trovare scuse dietro gli infortuni, sarebbe una mancanza di rispetto verso chi gioca. Perché chi sta giocando sta facendo bene, contribuiscono come non ci saremmo magari aspettati. Siamo stati all'altezza in più occasioni, come qualche volta voi non credevate".

COME SIMEONE? - "Il caso di Simeone è speciale, così come quello di Ferguson. La vita di un allenatore in un club è molto più corta. Congratulazioni a Simeone, quindi".

RINNOVO - "Torno all'inizio della stagione, quando dissi che non avrei parlato del futuro".

MAZZARRI - "Non sono stato stupito, Mazzarri è un allentore di esperienza, conosce il calcio italiano. È un buon amico. Il cambio allenatore porta una motivazione supplementare ai calciatori. Quanto accaduto con l'Atalanta ha mostrato questo. Quello che può portare Mazzarri è l'esperienza, la conoscenza del gioco".

RIVINCITA CON IL NAPOLI? - "Sono stato benissimo a Napoli, non ho nessuna vendetta o rivendicazione da fare".

CARVAJAL - "Io il miglior tecnico che possa avere il Real Madrid? Ha ragione Carvajal. Ho chiesto il suo rinnovo, è sempre stato un esempio e lo ringrazio".

XAVI - "Xavi e io conosciamo molto bene il calcio, non ho consigli da dargli. Esistono le critiche, può accadere. Lui ha l'esperienza per poter gestire tutto. In questo mondo conosce perfettamente l'ambiente, ha tutte le risorse per poter gestire adeguatamente la situazione".

I GIOVANI - "Abbiamo parlato molto di chi gioca e chi non gioca, del vivaio. Ora è giunta l'occasione di sfruttare questi giocatori. Nico, Gonzalo, Martin, Zidane: ho molta fiducia in questi ragazzi. Il lavoro che sta facendo Raul è eccezionale. Ci sono ragazzi pronti nel vivaio, ma anche giocatori come Brahim e Lucas Vazquez che hanno giocato meno. Sono tranquillo, chi viene dal vivaio è pronto per giocare con noi".

BELLINGHAM - "Penso che Bellingham sia professionale, intelligente, maturo e serio. Per questo motivo si è adattato molto bene. La cosa importante è che è un giocatore eccezionale e per questo si adatta con facilità in qualsiasi Paese giochi".

LA PARTITA - "La partita d'andata è stata equilibrata. Ci sono stati momenti in cui ha comandato più il Napoli, alcuni in cui abbiamo comandato noi. La partita di domani non si discosterà molto. Dovremo stare attenti a Kvara e Osimhen, ai loro contropiedi".

CLUB A CUI È PIÙ AFFEZIONATO - "Sono molto affezionato al Milan, ma in tutte le squadre (come la Reggiana) mi sono trovato bene. Non voglio mancare di rispetto a nessuno scegliendo la squadra preferita allenata. Ho qualcosa di speciale con il Milan, ho giocato lì, ne sono stato allenatore. Anche il Real Madrid perché è il club più importante al mondo".

LUNIN - "Lunin non penserà che domani sarà la sua ultima partita perché quando tornerà Kepa sarà in concorrenza con lui. Se l'è guadagnato Lunin, ha giocato molto bene. Una cosa positiva per noi, abbiamo due portieri di livello che possono contribuire".

Altre notizie