Il calcio, come fenomeno sempre più globale, è pronto a superare ogni tipo di confine, anche quelli geografici, in nome del dio denaro. Sull'onda della novità, molto discussa, della Liga di far disputare a breve una partita del proprio campionato negli Stati Uniti, anche la Champions League potrebbe presto sbarcare nel "Nuovo Continente". E' quanto fa sapere il patron di Mediapro Jaume Roures, che ha parlato a Radio Catalunya, paventando l'ipotesi di disputare addirittura una finale lontano dal territorio europeo: "Si sta negoziando la disputa di una finale di Champions League a New York". La prima data disponibile sarebbe il 2021, visto che l'anno prossimo l'atto conclusivo é previsto al Wanda Metropolitano di Madrid e nella stagione successiva all'Ataturk di Istanbul.

Roures ha poi parlato anche della trattativa per far disputara il match tra Girona e Barcellona del prossimo 27 gennaio negli Usa: "Stiamo ancora trattando, ma sarebbe molto positivo, soprattutto per il Girona, che è stata promossa per la prima volta nel massimo campionato solo una stagione fa. Si parlerebbe del Girona in tutto il mondo del calcio per quindici giorni e anche questo aiuterebbe l'immagine della Liga nel mondo".