30
Davanti a 20mila persone, il ritorno dopo quattro anni del Palermo in Serie B è dolce. Vittoria per 2-0 contro il Perugia per iniziare al meglio la stagione e coltivare il sogno di provare fin da subito a tornare nel massimo campionato italiano. E il primo gol non poteva che essere di Matteo Brunori, l'attaccante che ha trascinato i rosanero verso la promozione dalla Serie C e che non sembra affatto risentire del cambio di categoria, anzi. Oltre alla rete su calcio di rigore che ha indirizzato la partita contro il Perugia, il 27enne originario di Rio, aveva già realizzato una tripletta nel primo turno di Coppa Italia contro la Reggiana. Nelle tre partite ufficiali disputate in stagione (due di Coppa Italia e una di campionato), Brunori ha segnato quattro dei cinque gol totali realizzati dal Palermo; un dato emblematico per capire la centralità e l'indispensabilità del centravanti rosanero. 

FIDUCIA RIPAGATA - Non a caso, anche la nuova proprietà del Palermo non ha avuto dubbi su chi puntare ancora come centravanti. Dopo il prestito dell'anno scorso, rosanero lo hanno preso a titolo definitivo dalla Juventus per circa 3 milioni di euro superando la forte concorrenza del Cagliari. Le possibilità che Brunori rimanesse a Torino erano molto basse per non dire pari a zero ma considerando che la Juve è ancora alla ricerca di un vice Vlahovic, chissà se il classe 1994 starà pensando che a avrebbe potuto ricoprirlo proprio lui quel ruolo visto il rendimento e le medie realizzative che sta mantenendo da ormai più di un anno. 
DAVANTI A TUTTI NEL 2022 - Con il gol di ieri, Brunori ha superato Karim Benzema e Kylian Mbappé arrivando a 26 reti nel 2022. Nessuno ha fatto meglio di lui in termini realizzativi nelle cinque migliori nazioni calcistiche. I gol di Benzema arrivano in finali di Champions League e Supercoppe Europee e questo spiega come il paragone possa essere fatto solo in termini esclusivamente numerici ma il dato evidenzia ancora di più il momento d'oro che il centravanti del Palermo sta vivendo.