165
Ventuno reti e quattro assist in campionato a otto giornate dal termine, come Erling Braut Haaland: non si tratta di uno scherzo, ma del bottino messo a referto fino a questo momento in Bundesliga da André Silva, attaccante portoghese ex Milan passato ormai due stagioni fa all'Eintracht Francoforte nell'ambito dello scambio con Ante Rebic, che ha fruttato plusvalenza economica e tecnicamente è convenuto a tutti. Numeri maestosi per il classe 1995. che in Germania sembra aver trovato la propria dimensione e continua a segnare a raffica.

COME HAALAND, DIETRO SOLO ALL'ALIENO LEWANDOWSKI - Con la doppietta di oggi rifilata all'Union Berlino nel 5-2 finale, l'ex rossonero ha raggiunto proprio il fenomeno norvegese nella piazza d'onore di vice capocannoniere del torneo, dietro solo al "non umano" Robert Lewandowski. Chi se lo sarebbe aspettato, quando ha lasciato Milano tra l'indifferenza del popolo milanista, deluso da quell'attaccante dal bell'aspetto e dalle movenze eleganti, ma poco avvezzo alla rete. Ma le cose cambiano, e in due anni sono cambiate di molto.
UNITED E ATLETICO LO VOGLIONO, SOGNO SCARPA D'ORO - Proprio grazie ai numeri pazzeschi del portoghese, grande amico di CR7, Manchester United e Atletico Madrid si sono fortemente interessate a lui, dato che sono alla ricerca di un centravanti giovane ma già pronto per determinati palcoscenici. Portato in Italia dall'agente Jorge Mendes, ha ribadito in una recente intervista di sognare la Scarpa d'Oro e di voler vincere l'Europeo.  Non pare impossibile, visto che Silva sta vivendo il miglior periodo della sua carriera, dopo la deludente esperienza al Milan: acquistato a titolo definitivo per appena 3 milioni di euro, ora vale almeno dieci volte tanto e in estate per lui potrebbe scatenarsi un'asta tra le big d'Europa

@AleDigio89