Commenta per primo

 

La prima di Biondini nel Genoa, la prima di Marino e Gilardino al Ferraris, la prima di Palacio insieme a Gila, forse anche la prima del tuttofare Rossi come difensore centrale e di Constant come terzino sinistro. L’emergenza nel reparto arretrato si aggrava per il Grifone, ieri si è fermato pure Antonelli per un risentimento muscolare, accertamenti da fare per scongiurare la possibilità concreta di un altro lungo stop. Moretti è squalificato, Kaladze ai box per lesione muscolare, Bovo per noie al ginocchio ad allungare il periodo d’assenza, Dainelli per doloroso pestone all’alluce (difficile rientro in extremis). C’è Granqvist al centro, c’è Mesto a destra, poi la truppa dei baby rampanti Marchiori, Krajnc e Mannella, con il primo in vantaggio per l’eventuale debutto dal primo minuto. Ma la sfida di domani con l’Udinese, oltre a essere difficile per la forza dell’avversario e per la presenza di bomber Di Natale, è anche passaggio ad alta tensione dopo le sberle di Napoli e Cagliari, nonché dopo il richiamo all’orgoglio e alla lotta dato in maniera non leggera dai tifosi della gradinata che giovedì si sono confrontati con la squadra negli spogliatoi del Signorini. Ebbene, non il terreno più fertile per l’esordio di un giovane. Allora il tecnico di Marsala studia anche la “difesa osé”, con due centrocampisti adattati all’indietro. Constant terzino è idea che aveva avuto pure il predecessore Malesani prima della gara del San Paolo, mentre il capitano rossoblù aveva raccontato: «Io polivalente? Ho fatto un po’ tutti i ruoli, a parte portiere e centravanti». Può mettere la “tacca stopper”.
 
E bene va, se non altro, che Palacio è recuperato e, oltre a Rossi, anche Veloso va tra i disponibili. Ieri il numero 7 e il portoghese sono tornati a lavorare in gruppo. Quest’ultimo in regia, alternativa resta Kucka a far schermo davanti alla difesa. Poi, Biondini e Merkel favoriti in mediana. Ma lo slovacco può anche essere il mezzo-sinistro, con il tedeschino avvicinato in avanti a Palacio e Gilardino. Merkel, in attacco, è in ballottaggio con Birsa e Jankovic (il serbo è stato il più presente nelle esercitazioni). Ieri prove tattiche a porte chiuse, sotto gli occhi di Enrico Preziosi, e oggi rifinitura per sciogliere i dubbi, “difesa di centrocampisti” compresa.
 
Per l’Udinese, 1.500 biglietti acquistati finora. Tagliandi al Genoa Store (9-13 e 15-19) e sul circuito Lottomatica. Quelli relativi a Inter-Genoa, ottavi Tim Cup, giovedì alle ore 21, sono in vendita (5 euro più diritti) nelle ricevitorie Best Union.