Commenta per primo

Si preannuncia una settimana intensa per Alberto Aquilani metterà definitivamente a fuoco il suo destino incontrandosi con il Liverpool. La scelta del nuovo allenatore, Brendan Rodgers (39 anni) ex-Swansea, non sembra molto incoraggiante per l’ex-giallorosso che ha tifato perchè i Reds fossero allenati da Benitez o Ranieri. Rodgers ha manifestato molte perplessità a proposito del reintegro del centrocampista che ha disputato le ultime due stagioni indossando le maglie di Juventus e Milan. «Credevo che Aquilani fosse un grande giocatore quando è arrivato al Liverpool - ha detto il nuovo tecnico - ma dopo sia in Champions League che in Premier League le cose non sono affatto andate bene, per questo motivo è andato in prestito in Italia. Dovrò parlare di persona con il ragazzo, ma potrebbero esserci scenari particolari. Aquilani potrebbe non rientrare nei miei piani, non penso si possa adattare al meglio al gioco inglese. Dovremo valutare la situazione sotto diversi punti di vista».

SVOLTA - La carriera di Aquilani, quindi, è giunta a una svolta. Anche perchè quasi certamente otterrà dal Liverpool la rescissione del contratto che lo lega ancora per 2 anni al club inglese. Il quale risparmierebbe così almeno 12-13 milioni di euro lordi d’ingaggio. Aquilani vorrebbe ottenere anche una discreta buonuscita per compensare almeno parzialmente il sacrificio economico che si appresta a sostenere quando si ripresenterà, a breve, per ridiscutere con il Milan la sua posizione. L’ad Galliani gli ha garantito, già nella fase finale dello scorso campionato, che il club di via Turati non avrebbe difficoltà a rinnovargli la fiducia con un contratto pluriennale che, comunque, avrebbe un ingaggio annuale notevolmente ribassato (2 milioni circa) rispetto a quello (4 mln netti) riconosciuto dal Liverpool.

ALTERNATIVE - In pratica non ce ne sono per Aquilani perchè in questo momento il Milan è l’unica squadra veramente interessata a ingaggiarlo. Il sondaggio della Fiorentina si è dissolto quando il neo-diesse Pradè ha puntualizzato che nel suo budget ci sono contratti che non possono valicare il milione di euro netto a stagione. Anche l’ipotesi legata a un ritorno alla Roma è sfumata con l’arrivo di Zeman. Il Milan, quindi, c’è e sarebbe disposto a rinnovare il prestito di un anno fa. Ma questa soluzione non appare gradita al Liverpool.