Calciomercato.com

Atalanta, Freuler: 'L'Italia ha sbagliato tutto! Juve e Milan...'

Atalanta, Freuler: 'L'Italia ha sbagliato tutto! Juve e Milan...'

  • Marina Belotti, inviata a Castione
Il centrocampista dell’Atalanta Remo Freuler, alla sua settima stagione a Bergamo, ha parlato dall’hotel di Castione della Presolana dove è in ritiro con la squadra: “Con il mister è dura, c’è più corsa che allenamento in campo, devo andare a recuperare”. 
 
RITIRO A CLUSONE- “Sono due anni che non siamo venuti qua, abbiamo quasi finito e sono contento, poi ci spostiamo a Bergamo. Ci sono state solo poco più di tre settimane tra la Turchia e la Sardegna, è stato bello perché sono state le prime vacanze col bimbo”.

MERCATO- “Guardiamo in avanti, vogliamo vincere le partire ma senza porci obiettivi all’inizio,non è mai cambiato tantissimo da durante le sessioni di mercato, abbiamo comprato qualche pezzo, ma finora è stato fatto poco sul mercato e siamo quasi gli stessi. Ci sono tante squadre che stanno davanti, sarà lo stesso campionato difficile dell’anno scorso, noi dobbiamo migliorare in casa, ne abbiamo vinte solo 4 l’anno scorso”.

MONDIALE- “Sarà difficile, è la prima volta per tutti noi, poi dovremo capire se avremo vacanze o subito un’altra preparazione, è tutto in bilico. Credo però che in termini di campionato sia indifferente, ci sono squadre forti che hanno giocatori che magari andranno avanti fino alla fine del Mondiale ma nessuno pensa al Mondiale prima del Mondiale. L’Italia? Ha sbagliato tutto, noi abbiamo fatto quello che potevamo fare”.

JUVE E MILAN- “Può succedere, ma manca ancora tantissimo, tutti vogliono migliorare e non è sempre facile sul mercato, oggi i prezzi sono cambiati, da cinque milioni oggi un giocatore costa dieci, ma Juve e Inter sono migliorati, il Milan è la stessa squadra che rimane forte, la Fiorentina ne ha comprati tanti ma poi sul campo è sempre un’altra storia”.

EDERSON- “Non so se ci sarà lui o de Roon o Scalvini, dipende dal mister, ma indipendentemente da chi ho a fianco a me io gioco uguale e faccio le mie cose. Certo, con de Roon ormai siamo una coppia, ci conosciamo a occhi chiusi e ci sentiamo anche fuori dal campo. Io sono qua da sette stagioni ma devo sempre ripagare col lavoro e ciò che faccio in campo, devi lavorare duro con la squadra. Se sto bene è sempre meglio per la squadra, ma non dipende sempre da me”.

ANNO ZERO- “Finalmente possiamo fare preparazione normale, fino ad adesso negli ultimi due anni non avevamo potuto. Dovremo migliorare soprattutto la seconda parte della stagione”.
 
OBIETTIVI-“Proverò a fare qualche gol più, sto cercando di segnare ma non è sempre facile.Poi c’è la Coppa Italia, rimane un sogno, vincere un trofeo cambia la vita, proveremo quest’anno ma non sarà facile”.
 

Altre notizie