Commenta per primo
Il tecnico dell’Atalanta Gian Piero Gasperini ha parlato in conferenza stampa a Zingonia ai canali della società Atalanta.it per commentare la sfida contro il Benevento, in programma domani al Gewiss Stadium alle 20.45: “Sono assolutamente soddisfatto della gara di Parma, la squadra è in condizione e sente forte le motivazioni delle ultime partite e la volata finale, sono tutti presenti, manca solo Toloi ma potrebbe aggregarsi forse già giovedì”.
 
MILAN VS JUVE- “Una vittoria così netta non me la aspettavo ma la vittoria del Milan era tra i risultati possibili, sono squadre forti e quando il risultato viene sbloccato le partite ora prendono pieghe imprevedibili, non c’è questa differenza di valori ma il Milan in quella partita ha fatto un grande colpo”.
 
SFIDE DECISIVE- “I risultati di domenica cominciano a essere quasi definitivi, sia nelle zone alte della classifica che in quelle per la salvezza, potrebbero esserci già qualche verdetto domani o domenica, sapevamo che era una settimana decisiva, lo è un po’ per tutti”.
 
QUOTA CHAMPIONS- “La matematica dice questo (che all’Atalanta potrebbero bastare 6 punti per l’aritmetica Champions, ndr), ma la nostra concentrazione è sulla gara di domani contro il Benevento che potrebbe metterci in una condizione di grande vantaggio”
 
IL BENEVENTO- “Abbiamo tutti a disposizione, dobbiamo pensare di giocare queste partite con sedici giocatori a volte non con 11, come successo a Parma, conosciamo bene il Benevento e sappiamo che la squadra arriva da un momento di grandi polemiche, non sta attraversando un grande periodo di risultati ma noi dobbiamo pensare al nostro gioco e venirne a capo, nessuna gara è semplice ma noi abbiamo i mezzi per vincere”.
 
RINFORZI DI LUSSO- “La partecipazione di tutti è importante, anche di chi parte dalla panchina o chi gioca dall’inizio e viene sostituito mai per demerito, sarà decisivo l’apporto di tutti in queste ultime partite”.
 
LA PRESSIONE- “In Europa la pressione è stata un’esperienza fondamentale che ci ha aiutato a crescere in questi anni e ci ha dato sicurezze e conoscenze portate in campionato, ci portiamo dietro tutto il nostro campionato e ora dobbiamo mettere attenzione su queste partite, tutti avvertiamo la necessità di chiudere e arrivare a un traguardo che per noi sarebbe fantastico”.
 
IL MIGLIOR ATTACCO- “Un traguardo che ci fa grande piacere, per il terzo anno siamo davanti con così tanti gol di tanti giocatori, è motivo di grande orgoglio, sarà determinante di qui alla fine realizzare dei gol, ci manca ancora qualche vittoria per arrivare”.