2
Solo per un secondo, quello che ha poi portato al gol di Milinkovic Savic prima del fischio finale dell'arbitro, l'Atalanta non è rimasta in corsa anche per il quinto piazzamento in classifica. E avrebbe avuto del clamoroso, considerando il deludente girone di ritorno, gli 8 punti raggranellati in casa e le prestazioni sottotono di un ciclo che sembrava ormai finito.

E invece, dopo una stagione con più bassi che alti, la squadra di mister Gasperini incredibilmente può ancora accedere all'Europa League, oltre che alla Conference. Merito del Venezia e della Samp che, libere dalla pressione della corsa salvezza anche se per motivi opposti (Venezia già in B, Samp già salva), hanno frenato Roma e Fiorentina. Adesso all'Atalanta non basterà vincere o pareggiare, dovrà sempre dipendere dal risultato delle sue dirette concorrenti, ma se almeno una delle due tra venerdì (Torino-Roma) e sabato (Fiorentina-Juve) non vincerà, allora sarà ancora EuroDea. 

Con la Roma a 60 (e con la testa alla finale di Conference), e Fiorentina e Atalanta a 59 (ma viola avanti per gli scontri diretti), ecco tutte le possibili combinazioni: con i tre punti l’Atalanta centrerà l’Europa League se venerdì sera la Roma non vince col Torino e se i viola non batteranno i bianconeri. Per la Conference basterà che a non vincere sia solo una tra Roma e Fiorentina, ma le può essere sufficiente anche un pareggio se intanto la Fiorentina perderà con la Juve.