1
Fiorentina-Atalanta 2-1

Gollini 5.5: Incolpevole sul gol di Cutrone, rivedibile sul diagonale di Lirola
Djimsiti 5: La difesa soffre sulle ripartenze e sulla fisicità delle punte viola. Da rivedere in occasione del gol di Lirola
Caldara 5.5: Il ritorno in campo del centrale non è una passeggiata di salute, viste le tante difficoltà incontrate per contenere Cutrone e Vlahovic. Esce alla distanza, sostituito perché già ammonito e molto nervoso.
(Dal 30’ s.t. Palomino 5.5: Entra per difendere ma non riesce nel suo compito.)
Masiello 5: In difesa soffre moltissimo le incursioni di Vlahovic e Cutrone. Dovrebbe marcare lui il numero 63, salvo perderlo spesso, concedendo anche il gol all’ex Milan
(Dal 11’ s.t. Gomez 5: Entra per svegliare l’Atalanta, in superiorità numerica, ma non riesce a compicciare praticamente nulla.)
Hateboer 5.5: Non il solito esterno, più sulle gambe e meno pericoloso
De Roon 5: La Fiorentina ha il controllo del centrocampo per larghi tratti di gara, non riesce mai a prendere Castrovilli.
Freuler 5: Nel primo tempo l’Atalanta soffre molto a centrocampo, e lo svizzero soffre le incursioni di Castrovilli e Benassi. Sostituito per aumentare la pressione offensiva.
(Dal 1’ s.t. Ilicic 6.5: L’unico che da la scossa all’Atalanta, segna e zittisce il pubblico del Franchi, ma la sua partita finisce in quel momento)
Gosens 5: Manda sulla traversa un pallone da appoggiare in porta, che avrebbe cambiato le sorti della gara.
Pasalic 5: Si trova all’uno contro uno con Terracciano, ma calcia malissimo e spreca un’occasione ghiottissima
Malinovskyi 5.5: Ci prova sulla trequarti, ma non riesce ad incidere
Muriel 5.5: Si vede poco, arginato benissimo da Ceccherini
Gasperini 5: In superiorità numerica, e contro una squadra decisamente inferiore a livello tattico riesce nell’impresa di prendere gol a pochi minuti dalla fine da Lirola. L’eccessivo turnover ha pagato, in negativo.