Commenta per primo
Tutto tace. Ma è sotto il silenzio apparente che, poi, esplodono le mine vaganti del campo d'oro del calciomercato.

In questi ultimi giorni, la trattativa Conti-Milan sembra essersi congelata: in queste settimana le dichiarazioni all'acqua di rose del procuratore del terzino non si son fatte sentire, anche se, proprio nella giornata di ieri, Giuffredi avrebbe detto che ''sono stati fatti passi avanti'' ma da qui alla firma del contratto di acqua sotto i ponti ne passa, tant'è vero che lo stesso Giuffredi ha aggiunto che ''adesso tocca alle due società venirsi incontro''; ma Percassi è già stato fin troppo chiaro: Conti a 30 milioni o non se ne fa nulla. Chiaro? E il Milan se davvero vuole Conti a tutti i costi dovrà alzare la sua offerta che, attualmente, verte sui 23 milioni.

Anche il fronte Papu, da sempre ambito da diversi club, è tornato a rumoreggiare: fonti provenienti da Sky, vorrebbero che all'argentino sia stato proposto un quadriennale stellare, che farebbe di Gomez uno, se non ''il'', giocatore più pagato della storia dell'Atalanta. Tutto ciò per far ostacolare il corteggiamento della Lazio, tornata in scena in questi ultimi giorni. Ma, anche in questo caso, si attendono risposte positive o negative presumibilmente settimana prossima.

Tutto congelato, per ora. Sta di fatto che, a sintesi delle primissime settimane di calciomercato, la società sta adottando il pugno di ferro, cosa non semplice per una squadra provinciale come l'Atalanta, testimonianza del fatto che gli orobici non hanno intenzione di smantellarsi per affrontare l'Europa League e il Campionato.