Oblak 7: superlativo nel respingere il tocco sottomisura di Benzema, non può fare nulla su quello di Sergio Ramos. A venti dalla fine nega il 2-0 all'attaccante francese, rimanendo in piedi fino all'ultimo. Nel finale dei regolamentari dice no due volte a Ronaldo, e respinge il destro di Bale.

Juanfran 6: sufficienza raggiunta per il perfetto cross che porta all'1-1. Un episodio che cambia la sua partita.

Savic 6: Simeone lo preferisce a Gimenez, l'ex Fiorentina si perde Sergio Ramos in occasione del gol. Supera il trauma dell'errore, cresce alla distanza. 

Godin 6: dei quattro della difesa è il più positivo. Cerca di rimediare con l'esperienza a qualche incertezza di troppo. Non è il giocatore di due anni fa, ma continua a essere vitale per gli equilibri difensivi.

Filipe Luis 5,5: match a due facce, come quello dell'Atletico Madrid. 
(dal 109' Lucas Hernandez sv) 

Koke 6: male sulla fascia, è un altro giocatore spostato al centro. Entra nel vivo del gioco, quasi tutte le occasioni pericolose transitano dai suoi piedi.
Augusto Fernandez 5: un uomo voluto e sponsorizzato dal Cholo, che non fa nemmeno il compitino. Sovrastato dallo strapotere tecnico e tattico di Modric e Kroos, corre per 45' in cerca di una posizione. L'ha trovata all'intervallo, sulla panca dello spogliatoio.
(dal 46' Ferreira-Carrasco 7,5) al posto giusto al momento giusto sul cross di Juanfran. Con lui in campo l'Atletico spacca la partita. Ha fatto e farà venire gli incubi a Danilo.

Gabi 6,5: il capitano di tante battaglie sbaglia tanto per lunghi tratti, un gran cuore gli permette di tornare vivo. Non molla un centimetro, fino alla fine.

Saul 5: dal canterano ammazza Bayern ci aspettavamo tutti di più. Fatica a trovare una posizione, 

Torres 5,5:  il nulla cosmico per un tempo, guadagna punti al rientro in campo, conquistando di furbizia un rigore che avrebbe voluto calciare con tutto se stesso. Lotta come un leone, per questo non è sempre lucido. Volevo lasciare il segno, nella 'partita della vita'. Forse non avrà un'altra occasione.

Griezmann 5,5: partita strana. E' quello che ci prova di più, i suoi guizzi mettono in difficoltà la difesa del Real, ma il rigore sbagliato pesa come un macigno sulla prestazione.

Simeone 6: l'ha preparata aspettando il Real per ripartire in campo aperto, as usual, il gol di Sergio Ramos gli complica i piani. Sceglie di essere più offensivo con Ferreira-Carrasco e fa bene. I rigori gli danno un'altra delusione.