Commenta per primo
C'è un bel po' di Lazio in Juventus-Atletico Madrid. Quella di stasera è anche la sfida tra Nedved, dirigente bianconero, e Simeone, allenatore degli spagnoli, due leggende biancocelesti, che hanno aiutato la Lazio a vincere l'ultimo tricolore. Lo Scudetto del 2000 li ha visti protagonisti, con loro, sulla mediana, la classe infinita di Juan Sebastian Veron, che ai microfoni del Corriere dello Sport ha raccontato la partita di stasera: “Il Cholo era già un allenatore in campo, anche per i discorsi che faceva a tavola: ti trasmetteva non solo un’idea di calcio ma emozioni vere. Nedved, invece, diceva di non voler fare il dirigente, ma sa essere un punto di riferimento. Capisce quando è meglio mediare o quando essere più duri”. Infine sul gol di Simeone a Torino, contro la Juventus, che di fatto ha avviato la rimonta in classifica sui bianconeri: “Lui ci ha messo la testa, ma con quell’assist lì era facile. Il merito per questo gol è mio”.