16
Il direttore sportivo dell'Inter, Piero Ausilio è intervenuto ai microfoni di Premium Sport per presentare la sfida che vedrà i nerazzurri affrontare la Sampdoria.

FORMAZIONE - "La formazione ha una logica, ha fatto bene, ha fatto risultati importanti quindi è giusto non cambiare e non prendersi dei rischi".

SCUDETTO - "Continuo a dire dall'inizio dell'anno che ci piace vivere di giorno in giorno. Non per togliere pressione o per dare motivazioni. Vogliamo far bene in tutte le partite, tutti siamo sul pezzo dal primo all'ultimo e questa deve essere la strada per tutti".

IN VETTA? - "Diventa diverso se vinciamo questa partita, noi vogliamo giocare bene questa partita. Giochiamo il martedì prima degli altri e ci concentriamo su quelli che sono i tre punti e non il primo posto".

SKRINIAR - "Skriniar? Le prestazioni che sta offrendo sono grandiose, ma non c'è nella nostra testa l'idea di venderlo. Stia tranquillo Spalletti e stiano trqnauilli i nostri tifosi".

SUGLI ACQUISTI DALLA SAMP E TORREIRA - "Bisogna rendere merito al lavoro di questa società, iniziato tempo fa e che anche Ferrero sta portando avanti bene. Penso che sia una casualità, tanti bravi giocatori possono arrivare da altre squadre. Siamo felici siano arrivati da una squadra amica come la Samp, anche perché li abbiamo pagati non poco".

EDER - "Spiace per lui, perché lo vediamo il contributo che dà e come lavora in allenamento, ed è importante anche per la Nazionale. Noi possiamo stimolarlo ad andare avanti, è un professionista e un ragazzo perbene; avrà le sue opportunità in futuro, ma deve ragionare in altri termini. Oggi deve sentirsi orgoglioso di essere all'Inter e importante da 12esimo dell'Inter e lui si sente questo".