41
"Perché non è arrivato Bakayoko? Pensiamo di essere a posto così, abbiamo quattro centrocampisti centrali che possono ruotare. Quello economico è un aspetto che non ho mai trattato", ha risposto Stefano Pioli sul mancato ritorno al Milan di Tiemoué Bakayoko lo scorso ottobre. È stato a lungo inseguito e trattato dalla società rossonera - su ammissione della stessa società era un profilo gradito - ma alla fine ha firmato con il Napoli. Dove ha trovato un altro ex rossonero, Rino Gattuso. E domani Bakayoko ritroverà sì il Milan, ma da avversario

IL MANCATO RITORNO - L'influenza a inizio settimana ha costretto Bakayoko a fermarsi, ma da tre giorni si allena stabilmente con il gruppo: nella sua testa non ha mai temuto di saltare la gara contro il Milan. Voleva a tutti i costi esserci e ci sarà, in mezzo al campo. Di fronte ci sarà Franck Kessié, con cui aveva legato molto in rossonero. Si sarebbero potuti ritrovare uno accanto all'altro, ma il Milan ha fatto altre scelte in estate. Ha deciso in particolare di investire su Sandro Tonali per il presente e per il futuro e ha tenuto Rade Krunic come quarta alternativa per la mediana (anche se per ora è stato più utilizzato sulla trequarti). Niente investimento su un quinto colpo a centrocampo, almeno fino a gennaio: scelta giusta o sbagliata? Lo dirà il campo. Nella lunga ed estenuante trattativa tra Milan e Chelsea si è inserito il Napoli, che ha chiuso in prestito secco.

LE CONDIZIONI
- Condizione a cui il Milan lo ha trattato a lungo (prestito secco o con diritto di riscatto), salvo trovare il muro del Chelsea che ha aperto al club del presidente De Laurentiis solo negli ultimissimi giorni di mercato: Bakayoko è arrivato a Napoli tramite un prestito secco, senza prestito od obbligo di riscatto. A giugno da contratto è previsto il suo rientro al Chelsea anche se il Napoli sta già pensando al gentlemen's agreement con i Blues per un eventuale acquisto sulla base di 15-20 milioni di euro, cifra che il Napoli cercherà di ridimensionare. Saranno da definire i dettagli dell'ingaggio di Bakayoko, dato che al Napoli quest'anno costerà "solo" 2 milioni di euro, in quanto il Chelsea ha già pagato una parte dello stipendio. Per arrivare ai 3,5 percepiti dal giocatore servirà un leggero sforzo in più da parte di De Laurentiis. Futuro a parte, Bakayoko si gode il suo presente al Napoli e domani ritroverà il Milan, ma questa volta da avversario