Calciomercato.com

Balogun, il bomber ribelle che piace all'Inter

Balogun, il bomber ribelle che piace all'Inter

  • Francesco Guerrieri
  • 185
Quando il Reims ha venduto Ekitiké al Psg - intorno ai 30 milioni di euro tra prestito e riscatto - ha puntato su un attaccante giovane, emergente, che se non fosse stato un calciatore sarebbe diventato informatico o astrofisico. Da piccolo Folarin Balogun era un piccolo genietto, col pallone tra i piedi e senza. A 7 anni aveva già la maglia dell'Arsenal per un provino. L'avevano visto a Londra, nel campetto dietro casa dove giocava da difensore. Testa a testa con il Tottenham ma alla fine il giocatore sceglie i Gunners. E con il tempo diventa prima esterno d'attacco e poi si sposta al centro.

NEL MIRINO DELL'INTER - L'anno scorso, in prestito in Ligue 1 al Reims ha segnato 22 gol tra campionato e coppa, tre reti di fila nelle prime tre partite e cinque (più un assist) nelle prime sei. Impatto devastante per il classe 2001 che ora l'Inter ha messo nel mirino dopo il dietrofront di Lukaku: piace molto a Inzaghi, è il primo nome sulla lista dei dirigenti per rinforzare l'attacco. Il prezzo? L'Arsenal chiede non meno di 40 milioni di euro. Il giocatore è fuori dai piani dei Gunners, vorrebbe evitare un altro prestito ed stato inserito anche nella lista del Milan che sta cercando un nuovo attaccante. Ma la valutazione è considerata eccessiva e la pista rossonera si è raffreddata.

IL RIBELLE - Piede destro, Balogun ha caratteristiche diverse da Lukaku: meno fisico, Florian si butta nello spazio e va in profondità, quando parte in velocità è difficile stargli dietro. A dire la verità, da ragazzino, neanche all'Arsenal riuscivano a gestirlo: arrivava tardi agli allenamenti ed era stato espulso più volte. A 16 anni stava buttando via una carriera. A salvarlo è stato Titì Henry, all'epoca allenatore delle giovanili dei Gunners che un giorno l'ha preso da parte: "Sei forte? Dimostralo". Il Balogun 2.0 riparte da lì, da quelle parole di Henry. Quasi 40 gol tra Under 18 e 21 del club, in Europa League ha segnato 40 secondi dopo il debutto e un mese fa ha debuttato con gli Stati Uniti.

DOPPIO PASSAPORTO - A proposito, Balogun ha due passaporti: figlio di genitori nigeriani, ha la cittadinanza, americana perché nato a New York e inglese perché a 3 anni si è trasferito a Londra con la famiglia. Fino all'Under 21 ha giocato con l'Inghilterra - a eccezione di 4 partite e 2 gol con gli Usa U18 - poi a giugno scorso ha accettato la convocazione degli Stati Uniti per la Nations League Concacaf, vinta in finale col Canada. Dopo il prestito al Reims Balogun è tornato all'Arsenal ma può ripartire subito, l'Inter l'ha messo nel mirino.

@francGuerrieri 

Serie A, liste ed extracomunitari: tutte le situazioni squadra per squadra

Altre notizie