Commenta per primo

Si chiamano Mario Balotelli e Maicon Douglas i due nodi da sciogliere per un'Inter che ha fretta di fiondarsi su Javier Mascherano. Le due importanti cessioni consentirebbero a Moratti di accontentare Benitez con l'acquisto dell'argentino. La cessione di Balotelli al Manchester City ha ormai preso piede e nonostante le smentite del procuratore Raiola tutto lascia pensare che l'attaccante vestirà la maglia dei Citizens.

La festa di addio organizzata in suo onore a Milano la dice lunga sul futuro di Balotelli, l'unica cosa da definire è l'ingaggio. Il passaggio dell'attaccante al City potrebbe concretizzarsi negli Stati Uniti, dove sabato (a Baltimora) la squadra di Benitez e quella di Mancini si affronteranno per il Trofeo Pirelli. Il capitolo cessioni dell'Inter prevede anche un paragrafo dedicato a Maicon, l'esterno che dovrebbe lasciare San Siro per continuare ad essere allenato da Josè Mourinho a Madrid. Il brasiliano giovedì partirà per gli Usa, dove raggiungerà il resto della squadra, ma il club di Moratti e quello di Perez si stanno già parlando. Anche in questo caso tutto lascia pensare che l'affare si farà e che l'unico ostacolo potrebbe essere rappresentato dall'ingaggio.

Mourinho però dovrà rinunciare al centrale che aveva chiesto per il suo Real, Thiago Silva: «resta rossonero», ha chiosato l'agente Fifa Roberto Calenda. In casa rossonera tutto tace sul fronte acquisti: sembra definitivamente sfumato Luis Fabiano, che ha dichiarato di voler difendere ancora i colori del Siviglia, così l'attenzione torna a essere puntata su Zlatan Ibrahimovic. Lo svedese dovrà fare i conti con la concorrenza di David Villa ma a Barcellona garantiscono di aver visto negli ultimi giorni un Ibra diverso, più propenso al sacrificio e desideroso di lottare per una maglia da titolare nel Barca. Un altro attaccante che potrebbe cambiare maglia è Fernando Torres e sulle sue tracce c'è il 'solitò Manchester City. «Torres è uno dei migliori attaccanti in Europa» ha ammesso Mancini.