87
Mario Balotelli, attaccante del Sion, ha parlato ai microfoni di Dazn della sua nuova avventura: "Sono appena arrivato, sto bene. E' un'avventura, ma sicuramente una scelta fatta bene. Speriamo vada bene. Volevo far gol col Basilea, ma l'importante è aver vinto. Sono contento di questa scelta. E' una scelta di vita. A livello calcistico il campionato svizzero è un campionato particolare, sicuramente non il migliore al mondo, ma difficile. Non puoi venire qui pensando di farti una vacanza. Ma la gente ti lascia vivere, si sta bene, per cui è una scelta di vita".

Cosa senti quando vedi il derby tra Milan e Inter?
"Le due squadre sono bellissime tutte e due. Il derby non l'ho visto perché giocavamo allo stesso orario. San Siro è lo stadio più bello del mondo".

Ti emozioni  ancora quando vai in campo?
"Non è che ho 40 anni, ne ho 32. Mi emoziono eccome".

Quell'Europeo del 2012 resta nel cuore.
"Quell'anno lì è stato veramente bene, se ci penso mi vengono i brividi".
Sul rapporto con Mancini.
"Ho sempre avuto un bellissimo rapporto, nessun tipo di rancore. Da c.t. della Nazionale ha fatto le sue scelte e io le ho sempre rispettate. Posso dire che la non convocazione con la Macedonia mi ha fatto male. Ma non il fatto che Mancini mi conoscesse e non mi avesse chiamato, ma perché da italiano sapevo di poter aiutare la Nazionale. Ho accettato la scelta, non è che perché non mi ha convocato lo mando a quel paese. Io ho sempre avuto un bel rapporto con Mancini e sempre resterà un bel rapporto".

Ci credi al ritorno in Nazionale?
"L'ho detto anche quando mi sono presentato. Non è che la Nazionale non mi interessa più, sarebbe una bugia dirlo. Ma in questo momento penso a stare tranquillo, fare il mio campionato, poi se arriva la Nazionale ben venga. Non è il mio pensiero fisso. Se ci sarà la chance e la meriterò, ben venga. Da parte mia non ci saranno mai le porte chiuse alla Nazionale".

Ti sarebbe piaciuto giocare al Napoli?
"Io sono legato a Napoli veramente tanto. Mi sarebbe veramente piaciuto essere un giocatore del Napoli, ma anni fa. Per un po' di situazioni non è potuto essere possibile. Mi sarebbe piaciuto molto, per tante situazioni".

C'è una squadra italiana in cui ti piacerebbe giocare?
"Milan. A me il Milan piace. E' brutto poi che dico Milan, perché anche l'Inter non mi farebbe schifo. Sono le due squadre più belle in cui un calciatore possa stare, squadre su cui un ragazzino può fantasticare".