162

SuperMario ai raggi X. Dopo 521 giorni, Balotelli è tornato a segnare un gol con la maglia del Milan, alla prima partita giocata da titolare in questa stagione. La splendida punizione guadagnata e trasformata nel suo primo e unico tiro in porta ha aperto le danze nella vittoria per 3-2 sul campo dell'Udinese, squadra che aveva già punito al suo esordio in rossonero il 3 febbraio 2013. 

PIU' - Gol a parte, l'attaccante tornato in Italia da Liverpool si è guadagnato la palma di migliore in campo grazie a una prestazione di buonissimo livello. Nelle sue statistiche spiccano i 68 palloni giocati con 3 occasioni create, 33 passaggi utili su 44 (75%) e 9 falli subiti senza reagire, tra cui quelli che hanno causato le ammonizioni di Piris, Iturra, Wague e Bruno Fernandes (poi espulso per proteste). 

MENO - Sull'altro piatto della bilancia ci sono le 21 palle perse, 3 cross riusciti su 9 (33%), 5 falli fatti tra cui quello su Ali Adnan che gli è costato l'ammonizione. Balotelli ha poi rischiato un secondo cartellino giallo, ma l'arbitro Doveri lo ha graziato evitandogli l'espulsione. 

PAROLE - Galliani se lo coccola: "Non sarebbe mai tornato senza l'ok del presidente Berlusconi. Ha segnato un gol meraviglioso, è un ragazzo diverso rispetto al passato". L'a.d. rossonero è stato però smentito dallo stesso Balotelli, che davanti al microfono della tv si è confermato un po' spaccone: "Io non sono cambiato e sono sempre lo stesso, erano gli altri che mi descrivevano come una persona diversa. Sono contento, piano piano mi sto togliendo dei sassolini dalle scarpe e poi risponderò anche a chi parla male di me. Sapevo che mi avrebbero provocato, ma con me o prendono il cartellino giallo o prendono le mie gambe, la palla non la vedono mai...". Mihajlovic lo esalta: "E' tornato il vero Balotelli, bravo anche a gestire le provocazioni. È stato perfetto, il migliore in campo e ha fatto la differenza, ma deve continuare così perché questo è solo l'inizio. Complimenti a Galliani, che ha preso a zero un giocatore forte. Aveva solo un problema di testa, ma a quella ci penso io, mentre a giocare ci pensa lui". 

PROMOSSO IN CONDOTTA - Il suo agente Mino Raiola ha commentato: "Per me non è stata una sopresa, le qualità di Mario non sono mai state in discussione. Gol straordinario? Ne ha fatti di più belli e ne farà altri più belli. Si è visto un ragazzo contento? Credo che Mario stia facendo qualcosa di importante per se stesso. Resterà al Milan? Il calciomercato non è adesso, ma non è quella la preoccupazione. Oltre al gol, per me è più importante il comportamento e l'atteggiamento, è questa la vera nota positiva. In Italia stanno scoprendo quante botte un giocatore deve sopportare e stare zitto". 

SOCIAL - Nella notte Balotelli ha postato su Instagram una foto con gli autori delle altre due reti dei rossoneri, Bonaventura e Zapata, scrivendo: "Complimenti a tutta la squadra, abbiamo lottato come dei leoni. Più attenzione ma bravi, l'importante erano i tre punti. Forza Milan"