Commenta per primo

Il suo ritorno a Milano non è più un'utopia. L'Inter sta pensando seriamente di riportare in Italia Mario Balotelli e c'è più di un indizio a confermare questa tesi. In primis la volontà di Massimo Moratti, deciso a sfruttare la clausola inserita al momento della cessione di SuperMario al Manchester City nell'estate 2011, che permette all'Inter di avere l'ultima parola nel caso i Citizens decidessero di liberarsene. Un'idea che sta trovando sempre più spazio nella testa del patron nerazzurro, che non a caso ha mandato in avanscoperta a Manchester il direttore sportivo Ausilio, per capire se l'affare sia davvero possibile. I costi sono alti, l'Inter però ha avuto dal Manchester City l'ok a sedersi intorno ad un tavolo per disctuerne.

Balotelli, infatti, è sul mercato. Mancini lo considera una risorsa, ma non una priorità per il suo City, tanto da escluderlo dai convocati per l'importante sfida interna con il Tottenham per motivi disciplinari. L'ex enfant prodige del calcio italiano più passa il tempo più fa parlare di sè per la sua vita extracalcistica, tra festini e gossip. Sul campo, che sia allenamento o partita, appare sempre più svogliato, poco concentrato, un atteggiamento che ha stufato persino Mancini. Che ha detto sì alla cessione. L'Inter ci pensa, ma nella vale davvero la pena?