Lunedì Barbara Berlusconi è attesa a Nyon per fare una sorta di punto della situazione con l’UEFA, in un incontro che si preannuncia propedeutico alla presentazione del piano di sostenibilità del Milan previsto per fine stagione. Con la figlia del patron rossonero - come riporta l’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport - ci saranno anche il direttore organizzativo Umberto Gandini e il direttore dei progetti speciali Elisabetta Ubertini. I tre incontreranno i vertici dell’UEFA, tra cui il nuovo segretario generale Theodore Theodoridis. 

PIANO TRIENNALE - Sarà l’occasione per parlare di Fair Play Finanziario visto che a breve i rossoneri dovranno presentare il piano di sostenibilità che Barbara Berlusconi ha stilato insieme all’amministratore delegato Adriano Galliani lo scorso 20 gennaio. La simulazione che è stata fatta per dare un quadro verosimile dei conti rossoneri prevede come obiettivo minimo per quest’anno l’Europa League. I conti del Milan del prossimo bilancio non saranno in linea con i parametri del Fair Play Finanziario, quindi, il club di via Aldo Rossi, come è capitato anche all’Inter, dovrà dimostrare di poter migliorare i propri numeri. Il piano di risanamento dei bilanci verrà presentato con scadenza triennale. 
CONTI IN ROSSO - L’ultima sentenza in merito, ovvero l'esclusione per un anno del Galatasaray dalle coppe europee, fa riflettere i vertici del club rossonero. Così il Milan, che nell'ultimo anno ha fatto registrare un passivo di 91 milioni, onde evitare di commettere lo stesso errore si sta organizzando per trovare un punto di accordo con il massimo organismo calcistico europeo. Un piano di risanamento adeguato che convinca l’UEFA delle buone intenzioni del club.